La vie d’Adèle trionfa a Cannes

Cinema

La vie d’Adèle trionfa a Cannes

La Palma d’oro di questa 66esima edizione del Festival di Cannes è stata assegnata ad una pellicola francese, “La vie d’Adèle”, che racconta la storia d’amore tra due ragazze. La giuria presieduta da Spielberg ha premiato anche le giovani protagoniste del film, Lea Seydoux e Adele Exarchopoulos. Il film di Kechiche è stato accolto con molta curiosità per via dell’argomento che tratta (un amore saffico), che è quanto mai attuale, soprattutto in Francia. La storia d’amore tra le giovani protagoniste viene raccontata con grande delicatezza, scandagliando a fondo emozioni e sentimenti, anche se non mancano nel film scene di sesso abbastanza esplicite.

C’è chi ha definito quella di Kechiche una “vittoria politica”, in un Paese in cui si continua a manifestare contro l’approvazione della legge sul matrimonio gay. Bruce Dern, 76 anni, vince il premio come Miglior attore nel film “Nebraska”, mentre il riconoscimento come Miglior attrice viene assegnato all’attrice Berenice Bejo per il film “Le passè”. La giuria ha decretato come Miglior regista Amat Escalante, per il film “Heli”. Delusione per il film italiano “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino, che non ha portato a casa alcun premio, mentre premi e riconoscimenti minori sono andati ad altre pellicole italiane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...