La vita delle donne nell’antica Corea

Guide

La vita delle donne nell’antica Corea

Nell’antica Corea, la vita delle donne non era piena di sfarzo e glamour come molte donne di oggi. Esse dovevano lavorare duramente per le loro famiglie e, molto probabilmente, rimanevano a casa mentre gli uomini erano fuori. Nei primi secoli VII e IX, la Corea ha iniziato a prosperare e crescere attraverso la cultura e i manufatti d’arte, ma la vita delle donne, anche se non ben documentata, quasi sicuramente era succube del volere degli uomini a lei vicini. Proprio come in tutte le altre importanti antiche civiltà a potere maschili dell’epoca.

Ma sotto l’antica coltivazione del periodo Goryeo, un periodo risalente dal 918 a circa fine del 1300, le donne hanno cominciato ad essere più documentate sotto il governo coreano.

Molte donne malate erano inviate ai medici per guarirle con potenti incensi, in modo da rinfrescare i loro sensi. Questo, naturalmente, non funzionava, ma le donne nelle città facevano girare dei pettegolezzi su questo sistema e come il suo potere magico potesse curare qualsiasi malattia in una donna.

In questo antico periodo, c’erano molti tabù fissati su scritti che riguardavano solo le donne.

Questi tabù erano principalmente l’adulterio femminile con uno straniero, come ad esempio testimonia una delle canzoni più popolari del periodo raffiguranti una nobile donna coreana e un mercante arabo. In questa canzone i versi come “Ritornerò a dormire in questo posto, mai più troverò un posto così osceno!”, Affermando che le donne dovrebbero disprezzare queste azioni, ma in realtà il cantante di questa canzone è la donna!

Come molti storici hanno scoperto, le donne avevano un vizio più grande di pensiero, come ad esempio attesta questa canzone e altre idee provenienti sempre da donne. Anche se le donne avevano un’autorità superiore, e avevano un tale potere in quella del canto e nell’arte pensavano liberamente anche se lo tenevano nascosto agli uomini.

Invece di stare a casa in questo periodo, potevano avventurarsi fuori e imparare a fare arte e produrre canzoni, qualcosa di male il pensiero di un uomo che fa così. Le donne avevano avuto l’opportunità di essere alla moda e di creare i propri stili e le forme della Hanbok, uno stile coreano del vestito.

Con l’ aggiunta di colori più vivaci e capi fantasiosi, molte donne mostravano una grande conoscenza della moda attraverso i colori e l’aura dei loro vestiti e accessori per capelli.

Questo è l’unico periodo della storia oltre alle epoche più moderne, in cui le donne si trovarono effettivamente a contribuire nella società della Corea. E’ notevole comunque sapere come le antiche donne della Corea avessero una qualche forma di potere in un paese dominato dalla forza maschile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...