Lagarde sulla crisi economica, “La ripresa c’è”

News

Lagarde sulla crisi economica, “La ripresa c’è”

Una vera e propria teoria di filosofia politica quella esposta dall’ex ministro dell’economia francese e attuale direttore generale della Fmi (Fondo monetario internazionale) Christine Lagarde in occasione di un incontro con Moisés Naím (scrittore e intellettuale di fama internazionale che ha intervistato la Lagarde per la Lena Leading European Newspaper Alliance).

Oggetto dell’intervista ovviamente la situazione economico in cui versa attualmente l’Europa intera. Ciò che sta alimentando quella ormai famosa bestia nera nota come “crisi finanziaria” non è in realtà un calo generalizzato della produttività o altre sciagure simili, ma il fatto che la crescita economica sta cambiando la sua rotta. Ha modificato la sua stessa natura creando una forte disuguaglianza. La crescita c’è, pero “Non sta creando i posti di lavoro necessari, e la creazione di posti di lavoro è distribuita in un modo che non risponde alle esigenze”. Insomma si sta andando incontro ad una forte disuguaglianza della quale sono responsabili due fattori: tecnologia e finanza.

Come superare questo periodo di oscurità che sembra ormai andare avanti da più di cinque anni? Esiste una ricette segreta? Il primo passo secondo la Lagarde è già stato fatto quando, rendendosi conto che la crisi finanziaria aveva affossato la classe media, il governo ha deciso di spostare questa responsabilità su altre spalle.

E afferma: “Prima, quando una banca finiva nei guai e doveva essere soccorsa, veniva fatto con i soldi dei contribuenti. Ora abbiamo creato un sistema che scarica l’onere del salvataggio sugli azionisti delle istituzioni finanziarie che finiscono nei guai”.

Ma c’è ancora molto da fare. Ora però il governo può muoversi nella giusta direzione. E’ il momento giusto per agire. Bisogna dare avvio ad una serie di riforme strutturali che possano davvero cambiare lo status quo soprattutto nell’ambito del lavoro. E’ necessario risolvere innanzitutto il problema della disoccupazione e ricambiare il favore ai contribuenti che hanno sostenuto in toto il peso dello Stato al momento del “crash”.

Christine Lagarde nell’intervista ha anche rivolto un invito alle donne. Lei, che insieme alla cancelliera Angela Merkel e Janet Yellen (governatrice della Federal Reserve), è considerata una delle tre donne più potenti del pianeta ha invitato il mondo del lavoro a riconoscere le potenzialità e le capacità di quello che – ancora oggi in molti casi – è considerato il “sesso debole”. Le donne sanno comandare, e bene.

E’ necessario dargliene la possibilità.

1 Trackback & Pingback

  1. Lagarde sulla crisi economica, “La ripresa c’è” | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Enrica Marrelli 445 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook