Laghetti e torrenti Genova, alternativa al mare COMMENTA  

Laghetti e torrenti Genova, alternativa al mare COMMENTA  

Le spiagge liguri si sa sono piccole e affollatissime, soprattutto nel weekend, allora, per chi ama fare escursioni e non vuole rinuciare ad un bagno nel fiume vi propongo alcuni tra itinerari tra i laghetti e i torrenti liguri:

Laghetti di Nervi: si tratta di piscine naturali che si formano dal torrente Nervi, 2km sopra al quartiere genovese. Si trovano in via Molinetti di Nervi e si possono raggiungere a piedi in 20 minuti di cammino o in moto. Quando si arriva al primo laghetto, si può proseguire lungo il corso del torrente, fino a trovare numerose pozze d’acqua più o meno grandi.


Laghetti di San Carlo: a San Carlo di Cese, sopra Pegli. Poco prima della località San Carlo si parcheggia la macchina lungo la strada e si scende verso il sentiero lungo il torrente Rio Gandolfi. Subito si incontrano due laghetti piuttosto grandi, ma proseguendo il sentiero se ne possono trovare altri di piccole dimensioni, ma puliti, solitari e tranquilli.


Laghetti del Gorzente: il Gorzente scorre tra Liguria e Piemonte. Nell’ ‘800 furono creati tre laghi artificiali che consentissero l’approvvigionamento d’acqua alla città di Genova. Lungo il corso del fiume, prima di arrivare ai laghi artificiali, c’è uno splendido sentiero naturalistico e la possibilità di escursioni o di un bagno nel fiume. Per arrivare bisogna andare al Parco Regionale delle Capanne di Marcarolo, dove in località Prou Renè (Piani di Praglia) parte il Sentiero dei laghi del Gorzente.


Questi sono quelli da me direttamente sperimentati, se ne avete altri da suggerire, saremo lieti sia di andarci, che di pubblicarli!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*