L'alveare - Notizie.it
L’alveare
Guide

L’alveare

Le api costruiscono la loro casa, l’alveare, utilizzando la cera che viene prodotta da speciali ghiandole che hanno sull’addome.
La casa è composta da vari favi costruiti uno accanto all’altro.
Ogni favo è suddiviso in tantissime caratteristiche celle esagonali perfettamente regolari.
All’interno delle celle allevano le larve (i “cuccioli” delle api) e conservano miele e polline.
Le celle dove ci sono larve di qualche giorno e quelle dove c’è il miele maturo.
Non tutte le celle sono uguali. Le api ne sanno costruire tipi diversi per usi diversi. Le celle dove vengono allevati i maschi (fuchi) sono un po’ più grandi di quelle destinate alle api operaie. Quelle costruite per accogliere le nuove regine (celle reali) sono ancora più grandi e vengono appese esternamente ai favi.
L’alveare è sempre in ordine e perfettamente pulito, specialmente l’interno delle celle. Ci sono, infatti, delle operaie, le spazzine, che si occupano di ripulire i favi.

Ma l’ordine e la pulizia non bastano: usano una speciale sostanza, la “propoli”, per disinfettare le celle ed isolare ermeticamente tutto ciò che non riescono a buttare via.

Oggi gli apicoltori allevano le api in “case speciali”, che si chiamano arnie razionali.
Queste hanno la forma di una scatola e sono divise in almeno due parti:

il nido, dove le api allevano le larve e conservano le riserve di cibo, miele e polline, che utilizzeranno nel periodo invernale;
il melario nel quale le api, quando il nido è pieno, immagazzinano il miele e da dove gli apicoltori lo raccolgono quando è maturo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*