L’Alzheimer si combatte con il DNA

Cultura

L’Alzheimer si combatte con il DNA

E’ stata scoperta la mutazione genetica in gradi di prevenire l’Alzheimer. La mutazione in grado di proteggere l’Alzheimer è data da un gene che produce le App (amyloid-I precursor protein) conosciute per la loro importanza nel cervello.

La ricerca è stata condotta dai ricercatori del deCODE Genetics di Reykjavik: sono stati analizzati ben 1795 islandesi e 400 mila scandinavi.

Secondo la rivista Nature lo 0,5% degli islandesi è portatore della mutazione , mentre per finlandesi, svedesi e norvegesi la forbice è da 0,2-0,5%.

La mutazione rivede verso l’alto ( 5 volte maggiore) la probabilità di non avere l’Alzheimer fino agli 85 anni, di vivere più a lungo, e una probabilità 7 volte maggiore di arrivare sani agli 85 anni.

Gli scienziati hanno scoperto che la mutazione comporta l’alterazione di un singolo aminoacido delle App, il quale agendo sull’enzima I-secretase 1 (Bace1) ha un effetto preventivo sulla comparsa della malattia.

Scoperta mutazione genetica che aiuta a prevenire Alzheimer, YouTube

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche