Lampadine Led: guida all’acquisto

Guide

Lampadine Led: guida all’acquisto

Nel mercato delle lampadine si sono fatte prepotentemente strada le lampadine a Led. Il Led, dall’inglese Light Emitting Diode, è un’innovativa tecnologia che garantisce massima efficienza e minimo consumo. Dotarsi di lampadine a Led può dunque essere un buon metodo di risparmio. Ecco una semplice guida all’acquisto per scegliere il prodotto giusto.

I lumen, la potenza luminosa dei Led

Prima di concentrarsi sulle specifiche tecniche, è utile concentrarsi sulle scelte primarie. Va scelto innanzitutto il tipo di lampadina di cui abbiamo bisogno e successivamente va controllato l’attacco affinché corrisponda con il lampadario. Un aspetto chiave da considerare è la potenza luminosa. Le lampadine a Led, infatti, non esprimono la loro potenza in Watt (W) , bensì in Lumen (lm). È dunque utile verificare sulla confezione la quantità di lm indicata mentre non va necessariamente considerata l’indicazione in W. A parità di W, è infatti possibile che due lampadine abbiano un valore lm diverso. Una luce più soffusa necessità all’incirca di 500 lm mentre una luce potente raggiunge anche i 2000 lm.

Temperatura del colore e resa cromatica

Un altro aspetto fondamentale è la temperatura del colore.

A seconda che si necessiti di una luce per la camera da letto o di un faretto per il corridoio, e dunque una luce più calda o più fredda, varia il valore espresso in gradi Kelvin. Una luce bianco-calda supera di poco i 2.000°K mentre una luce bianco-fredda non supera i 6.000°K. Legato al discorso dei colori è anche l’indicatore di resa cromatica CRI: esso, infatti, indica la capacità di una lampadina di rendere l’oggetto illuminato con i colori più verosimilmente naturali, come se fosse illuminato dalla luce del sole. Una lampadine a Led bianca deve, per legge, offrire un valore CRI superiore agli 80/100 e risulta dunque indicata per un uso interno.

Consumo energetico e rapporto durata-prezzo

Le lampadine a Led sono, oltre che efficienti e propense al basso consumo, attente all’ambiente. Appartengono infatti alla classe di consumo A e possono appartenere anche alle nuove classi A+ e A++, ovvero il massimo in termini di classe energetica.

Il risparmio energetico è inoltre dovuto alla lunga durata delle lampadine a Led. Il consumatore è tenuto a sapere che una lampadina a Led può durare anche fino a 50.000 ore e superare i 20 anni di vita. Inoltre, la luce a Led raggiunge immediatamente il livello massimo di luminosità, limitando dunque sprechi nel tempo d’attesa. L’impatto positivo sull’ambiente è notevole, così come il prezzo dell’acquisto che, seppur superiore alle vecchie lampadine, verrà presto ammortizzato. Il costo delle lampadine a Led si aggira tra i 3 e i 10 euro ma, come abbiamo visto, risulta essere un investimento unico e soprattutto affidabile.

La direzionalità del Led

Un ultimo aspetto da non trascurare nell’acquisto di una lampadina a Led è la sua direzionalità. Una lampadina non direzionale è ottimale per la sala da pranzo o per il salotto, in quanto irradia omogeneamente la sua luce presso l’intera stanza. Una lampadina direzionale, invece, concentra l’80% dell’emissione luminosa in un raggio ristretto di 120° ed è dunque consigliata come luce da scrivania.

Alla luce di questi consigli, scegliere la lampadina a Led più adatta alle nostre esigenze non dovrebbe più essere un problema.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*