Lampadine LED: perché comprarle

Economia

Lampadine LED: perché comprarle

LED

Tutti i vantaggi derivati dall’installazione di lampadine LED in luogo dell’illuminazione tradizionale.

Il termine LED è nient’altro che l’acronimo di Light-Emitting Diodes, e rappresenta una specifica tecnologia di illuminazione, particolarmente innestata in quella scienza relativamente nuova conosciuta come domotica (vale a dire l’utilizzo della robotica nella progettazione della casa, in interni ed esterni). Non agiscono solo in quell’ambito, ma stanno progressivamente prendendo piede nell’arredamento, sostituendo la normale illuminazione con lampadine al tungsteno. La caratteristica principale dei diodi che costituiscono l’illuminazione LED risiede nella non emissione di raggi ultravioletti e infrarossi. Quali sono i vantaggi principali di questo tipo di sorgenti luminose? Le abbiamo riassunti in quattro punti.

Risparmio. È vero, le lampadine LED costano parecchio rispetto alle normali lampadine al tungsteno. Tuttavia, alcuni studi svolti in ambito accademico hanno dimostrato che, a seconda dell’intensità e della frequenza del loro utilizzo, il risparmio in termini di consumi si verifica fra i tre e i dieci anni.

Le lampade LED, infatti, consumano dal 50 al 70 per cento in meno rispetto alle lampade al tungsteno. Inoltre, l’installazione di un’illuminazione a LED è tuttora soggetta a sgravi fiscali fino al 65 per cento.
Efficienza energetica. Le lampade LED producono fino a 120 lumen/watt (lm/w) in termini di efficienza luminosa, circa nove volte le lampade a incandescenza (che si fermano a circa 13 lm/w). L’impatto sulla percezione visiva è visibilmente diverso e si nota immediatamente a occhio nudo.
Durata. La vita media di una lampada a filamento di tungsteno è di circa 1.200 ore. Una lampadina LED, invece, mantiene una piena efficienza luminosa per circa 50.000 ore, per poi durare altre 50.000 ore circa al 70 per cento della propria efficienza.
Sostenibilità ambientale. Le lampadine LED non presentano emissioni nocive per la salute. A differenza della normale illuminazione domestica, non liberano nell’aria alogenuri metallici e vapori di sodio.

Inoltre, come già puntualizzato, non emettono nemmeno raggi ultravioletti e infrarossi: la loro illuminazione è dunque priva di radiazioni pericolose.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche