Latte senza mucche: farmaci e ormoni in arrivo dagli USA

News

Latte senza mucche: farmaci e ormoni in arrivo dagli USA

Latte OGM senza mucche: farmaci e ormoni in arrivo dagli USA.

Dagli USA una notizia sconcertante: le mucche allevate in condizioni pessime, vengono cibate di mangimi contenenti farmaci e ormoni geneticamente modificati. Il latte che ne deriva è tutto, fuorché salutare.

Vi siete mai chiesti da dove proviene il latte che beviamo ogni mattina a colazione? Spesso, quello che viene riportato nelle etichette non è veritiero, anzi. Il nostro paese infatti, nonostante sia nei primi posti delle classifiche come produttore europeo di latte, è diventato anche importatore. Di questo fatto però, pochi o nessuno era a conoscenza, poiché non vi era l’obbligo di indicare la provenienza. Tuttavia, dal 1 gennaio 2017 non sarà più così perché il consumatore sarà informato sulle origini dei prodotti caseari.

Un notevole passo in avanti, poiché sapremo con esattezza quello che ingeriamo. Soffermiamoci però su come viene prodotto il latte. Un tempo, le mucche pascolavano libere e felici cibandosi di erbe di montagna, producendo così un prodotto squisito ma al tempo stesso salutare.

Oggi con gli allevamenti intensivi, questi poveri animali sono sottoposti a stress, costretti a “vivere”, se così si può dire, in spazi minuti, cibandosi solo di mangimi ai quali vengono aggiunti farmaci. Il latte che viene munto da queste mucche è tutto, fuorché salutare. Quando poi l’animale è ridotto allo stremo delle forze, sappiamo benissimo quale sorte lo attende.

Purtroppo nei paesi dell’ America del Nord, è consentito somministrare a queste povere creature farmaci e ormoni per favorire la produzione del latte, oltre a gonfiare la carne che verrà poi esportata. Fortunatamente questa pratica non riguarda il nostro continente ma dal momento che importiamo i prodotti dall’estero, questi prodotti arrivano tranquillamente sulle nostre tavole senza essere a conoscenza dei processi di lavorazione.

Le conseguenze dell’assunzione di ormoni nei bovini è disastrosa: infezioni alle mammelle, malessere e doping. Ricorderete l’era della mucca pazza. Oltre a questo, i produttori somministrano alle mucche ormoni transgenici noti come somatotropina bovina ricombinante, modificati geneticamente.

Il latte che viene prodotto è altamente nocivo sia a livello cardiocircolatorio che endocrino e se poi viene fatto bere ai bambini, il rischio è ancora più alto.

Tuttavia, gli enti che dovrebbero salvaguardare la salute, anziché fermare questo tipo di allevamento, si limitano soltanto a vietare alle aziende di scrivere nell’etichetta che il prodotto è privo di ormoni.

Bel passo avanti…

Per fortuna negli States c’è ancora chi ha a cuore sia la salute degli animali costretti a sopravvivere in queste condizioni, sia dei consumatori. Non si trova ancora sul mercato ma i ricercatori stanno lavorando per produrre una bevanda che non sarà più prodotta dalle mucche. Si ottiene con la fermentazione di zuccheri e lieviti dalla quale se ne ricava la proteina del latte alla quale verranno poi aggiunti grassi vegetali, vitamine e altri zuccheri. Un processo molto simile a quello della lavorazione della birra. Non solo si guadagnerà in benessere poiché in questo modo si beve un “latte” proteico privo di lattosio e colesterolo ma salverà l’ecosistema. E’ stato calcolato che il gas metano prodotto dagli allevamenti intensivi, è molto più inquinante rispetto a quello emesso dai mezzi di trasporto!

C’è da sperare che il business ancora una volta non abbia la meglio sulla salute e sulla salvaguardia del nostro pianeta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche