Lavori a letto? Attenzione! COMMENTA  

Lavori a letto? Attenzione! COMMENTA  

Lavorare sul proprio letto o addirittura nel proprio letto prima di addormentarsi è una pratica che molti ultimamente stanno attuando ma è anche una tendenza pericolosa.

Il lavoro che ci si porta a casa, che richiede sempre più spazio, rischia di togliere spazio anche in un luogo che è tipicamente per rilassarsi e riposarsi. Questa nuova abitudine può rivelarsi altamente deleteria per la salute. Sono tante le persone che operano sul letto con pc, tablet e simili, senza però riflettere su ciò che questo può comportare.


Le posizioni assunte sono anatomicamente scorrette. Non c’è una sola posizione che si assume lavorando a letto, che sia corretta per il corpo umano, andando ad affaticare soprattutto la schiena, le spalle e il collo, oltre a problemi di circolazione e formicolii. Nonostante i vari supporti ergonomici e anatomici che possono aiutare, le posizioni assunte rischiano di compromettere la nostra mobilità e il nostro fisico il giorno successivo e non solo.

Per quanto apparentemente comodo, lavorare a letto ha quindi molti più lati negativi che positivi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*