Le 4 bugie più diffuse tra i coniugi di mezza età per salvare il matrimonio COMMENTA  

Le 4 bugie più diffuse tra i coniugi di mezza età per salvare il matrimonio COMMENTA  

Alcune bugie possono anche essere utili, qualora siano raccontate a fin di bene e per salvare il proprio matrimonio. Ecco allora che è stato stilato un mini elenco delle quattro  bugie maggiormente raccontate dalle persone di mezza età allo scopo di salvare un matrimonio disastroso. La più diffusa è sicuramente, ‘il matrimonio distruggerà i miei figli’ anche se stando ad una recente discussione su Reddit sembrerebbe emergere il contrario, con utenti che raccontano come dopo il divorzio sia calato lo stress per i figli che non hanno dovuto più sopportare i litigi continui del loro genitori in una casa che sembrava scoppiare di rabbia; gli esperti sottolineano come i costanti litigi dei genitori risultino snervanti per i figli. La seconda scusa è ‘sono troppo vecchio per una nuova relazione’ ma statistiche raccolte da Match.com dismostrano che il 29% degli adulti tra i 45 ed i 59 anni è single, contro il 19% del 1980.


Terza scusa è sostenere di non essere più fragili come da giovani e di saper gestire meglio la relazione ‘tossica’; una bugia questa potenzialmente pericolosa considerato che le persone più anziane sono, secondo un articolo di Hearth Day, più vulnerabili ed un cervello stressato può rilasciare ormoni dannosi come l’adrenalina o il cortisolo.

Infine la quarta scusa è ‘sono troppo vecchio per divorziare’. Anche in questo caso si tratta di una bugia: le statistiche di Berkeley rivelano che negli Usa si viveva in media, nel 1915 fino a 52 anni e mezzo (gli uomini) e fino a 57 anni (le donne). Oggi è possibile calcolare la propria aspettativa di vita e un cinquantenne potrebbe scoprire di riuscire ad arrivare ad 80 anni.

Dunque anche a 60, 65 0 70 anni non si è mai troppo vecchie per avviare una nuova relazione chiudendo quella dannosa.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*