LE ALLERGIE AGLI ANIMALI

Guide

LE ALLERGIE AGLI ANIMALI

Quelle orecchie pelose, quelle zampine rosa e le fusa di un tenero gattino spesso fanno struggere il cuore. La maggior parte di noi instaura un bellissimo legame con i propri animali domestici come se fossero parte della  famiglia. Ma, mentre alcuni possono abbracciare i loro animali domestici in tutta serenità, altri sono costretti ad evitarli a causa di alcune forme allergiche causate dagli animali da compagnia. Le allergie possono essere appena visibili o possono essere molto severe. Spesso si verificano pochissimi minuti dopo che sono entrati in contatto con l’allergene incriminato. Ma come possiamo riconoscere con sicurezza i sintomi di un’allergia agli animali?

 

DA COSA E’ PROVOCATA UN’ALLERGIA?

Per prima cosa bisogna tenere in mente che è ciò che non si vede che sta causando tutti i problemi. Le allergie agli animali, infatti non sono causate dall’animale in sé, ma da elementi presenti nella forfora o nei peli che sono invisibili ad occhio nudo. Questi elementi possono spargersi ovunque in casa, sui vestiti, sui tappeti e sui mobili. Anche Urina e saliva degli animali contengono degli allergeni. In pratica, ovunque il vostro animale domestico si reca. Si può essere allergici a gatti, cani, topi, cavie, criceti e perfino uccelli. Gli allergeni vengono inalati facilmente e rimanere nell’aria per lungo tempo.

COSA SUCCEDE?

La maggior parte delle persone non hanno reazioni allergiche alla forfora o alla saliva del loro animale domestico. Tuttavia, quando il sistema immunitario diventa sensibile all’allergene, il corpo lo riconosce immediatamente e quindi avvia un attacco. Il sistema immunitario rilascia la immunoglobulina E, altrimenti nota come IgE. Ogni volta che si entra in contatto con questo allergene, la reazione allergica si verifica. Ci sono mastociti nel naso, nella bocca e nella gola. Queste cellule rilasciano istamina, che è la sostanza responsabile delle reazioni allergiche.

 

EFFETTI DELLA REAZIONE ALLERGICA

Gli effetti provocati dall’allergia agli animali domestici comprendono starnuti, prurito alla gola ed alla pelle, naso chiuso o che cola. E’ necessario essere consapevoli del fatto che i sintomi di una reazione allergica peggiorano ogni volta che si è esposti all’allergene specifico. I soggetti che soffrono di asma devono essere ancora più cauti perché i loro sintomi tendono ad essere più gravi. I pazienti asmatici, infatti, possono avere un peggioramento dei loro sintomi quali respiro sibilante, mancanza di respiro e tosse violenta. Il rapporto tra allergie ed asma è così stretto che si stima che il 40 per cento degli asmatici siano allergici ai gatti.

 

PRECAUZIONI

L’esposizione continua ad un allergene scatenante, inoltre,  può aumentare il rischio di asma. L’asma è una grave condizione in cui i bronchi si infiammano e le vie respiratorie si restringono. Le vie aeree sono responsabili di trasportare l’ossigeno dentro e fuori i polmoni. Le vie aeree possono quindi diventare sensibili all’allergene al punto di irritarsi gravemente ogni volta che ne sono esposte.In questi casi, si hanno  reazioni di respiro sibilante, senso di oppressione al petto e difficoltà di respirazione. L’asma è una malattia cronica e può peggiorare ogni volta che si è in contatto con un animale domestico. Si può anche avere l’eczema. Si tratta, questa,  di una infiammazione della pelle che provoca sintomi che includono secchezza del derma, arrossamenti, prurito e bruciore.

 

PREVENZIONE

Purtroppo, l’unico modo per prevenire le allergie di questo tipo,  è quello di evitare l’esposizione ed il contatto con l’animale. Ciò contribuirà a ridurre la quantità di peli di animali domestici in casa. Tuttavia, la rimozione dell’animale da casa non eliminerà immediatamente l’agente allergenico. Come detto prima, questo può essere difficile da eliminare  a causa della sua natura appiccicosa. E’possibile che passi un periodo di alcune settimane fino a molti mesi prima che la quantità di peli sia abbastanza bassa da sedare i sintomi. Purtroppo, fino ad allora è possibile che  i sintomi allergici si verifichino lo stesso. Nel frattempo, pulite la vostra casa con cura. Sostituite la biancheria del letto, disinfettate i pavimenti, i tappeti ed i mobili. Evitate però l’aspirapolvere perché, al contrario di quanto si possa pensare, in realtà permette all’allergene di svolazzare per tutta casa, nonostante i peli o la forfora dell’animale vengano aspirati.

 

CONSIDERAZIONI

Alcuni amanti degli animali si rifiutano di rinunciare al loro fedele amico. Se questo è il vostro caso, cercate di fare il bagno al vostro animale domestico ogni settimana, evitate che entri nella vostra camera da letto in modo tale da eliminare il contatto diretto con elevate quantità di peli. Tenete a mente che forfora e peli rimangono nell’aria e possono giungere anche in ambienti in cui all’animale è vietato l’ingresso. Se avete la moquette in casa, sostituitela con pavimenti in legno o linoleum. Chiedete ai familiari di pulire la lettiera, la cuccia, la gabbia e le ciotole del vostro animale domestico. Se possibile, fate in modo che il vostro amico animale resti in giardino o in balcone, almeno per la maggior parte della giornata.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...