Le aziende agricole sono minacciate dall’Imu COMMENTA  

Le aziende agricole sono minacciate dall’Imu COMMENTA  


La sopravvivenza di molte piccole aziende agricole è minacciata dall’incombere dell’Imu, la tassa sulla proprietà immobiliare. Questa denuncia parte da Confagricoltura che fa notare come sul settore agricolo graverà circa il 10% dei sacrifici anricrisi complessivamente imposti dal governo di Mario Monti. L’Imu graverà sulle aziende agricole italiane per complessivi 1,3 miliardi di euro, cui si aggiungono tra i 2 e i 3 milaridi di euro come spesa per accatastare i fabbricati rurali. Una somma totale che equivale al valore della Pac per l’Italia. Saranno molte, secondo Confagricoltura, le aziende agricole che decideranno di chiudere i battenti.

Ecco l’esempio di come l’Imu colpirà le aziende agricole italiane. Prendendo, come ipotesi, un’azienda di 52 ettari con quattro fabbricati rurali si calcola che l’Imu graverà per un totale di 8.600 euro contro le precedenti 2200 euro dell’Ici, una differenza di 6400 euro, circa il 300 per cento del carico fiscale. Ecco perché, secondo Confagricoltura, circa mezzo milione di aziende agricoli sotto i 20 ettari rischiano di chiudere.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*