Le banche volgiono far pagare meno tasse ai dirigenti che prendono i bonus: ecco come COMMENTA  

Le banche volgiono far pagare meno tasse ai dirigenti che prendono i bonus: ecco come COMMENTA  

A breve i vertici bancari si riuniranno per il solito
appuntamento annuale  in cui saranno resi
noti i risultati  ottenuti nel 2012,  grazie ai quali verranno distribuiti i premi
aziendali ai dirigenti.


Il quotidiano
Guardian riferisce che,  la Goldman
Sachs  vorrebbe far slittare il pagamento
di alcuni bonus ad aprile, in modo da farli rientrare nel nuovo anno fiscale e
godere di una tassazione più favorevole. Ad  aprile infatti l’aliquota massima ( il Gran
Bretagna) passerà dal 50 al 45%.  Si
tratterebbe dei bonus relativi al periodo 2009 al 2011, che verranno
corrisposti ai dipendenti sotto forma di azioni; se verranno pagati nel nuovo
anno fiscale, i manager non pagherebbero un bel mucchio di tasse.


Comprensibilmente,  l’ipotesi di far slittare i pagamenti farebbe
gola a diversi colossi bancari, ma la decisione potrebbe avere ripercussioni
negative sulla loro immagine, dal momento che in questo periodo alcune aziende,
come Starbucks e Google, sono sotto l’occhio del ciclone perché pagano al Fisco
somme ridicole e che l’Inghilterra è la principale azionista di Lloyd e Rbs,
travolte dalla crisi e salvate grazie ai versamenti dei cittadini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*