Zecchino d’Oro: sessant’anni di canzoni memorabili per grandi e piccini COMMENTA  

Zecchino d’Oro: sessant’anni di canzoni memorabili per grandi e piccini COMMENTA  

Zecchino d'Oro: sessant'anni di canzoni memorabili per grandi e piccini
Zecchino d'Oro: sessant'anni di canzoni memorabili per grandi e piccini

Chi non ha mai intonato una canzone dello Zecchino d’Oro? Chi non ricorda almeno un grande successo intonato dal celebre coro dell’Antoniano di Bologna?

Hanno cantato i loro maggiori successi anche all’ultimo festival di Sanremo. Uniti in gruppo, al seguito della direttrice Sabrina Simoni (che ha sostituto la storica direttrice del coro Mariele Ventre dopo la sua scomparsa), vestiti tutti uguali e sempre intonatissimi. Stiamo parlando dei bambini e delle bambine del Coro dell’Antoniano di Bologna, protagonisti da più di mezzo secolo del celebre Zecchino d’Oro: competizione canora arrivata alla sua 60esima edizione.


Sono stati tanti i successi che sono usciti dallo Zecchino d’Oro, prime fra tutte le canzoni cantate da Cristina D’Avena (che esordì proprio all’Antoniano di Bologna a tre anni e mezzo cantando “Il valzer del moscerino“).


Chi può dimenticare poi “Il coccodrillo come fa? Non c’è nessuno che lo sa!“? Il brano è stato cantato al 36esimo Zecchino d’Oro, nel 1994. Il ritornello della canzone è tra quelli che sono rimasti più impressi nella mente di piccoli e grandi. Ancora oggi, il verso del coccodrillo rimane un mistero per tutti!

E “I quarantaquattro gatti“? Risale addirittura al 1968, cioè alla decima edizione della kermesse canora. Di cosa discutono 44 gatti in un palazzone? Vogliono uscire a marciare in cortile, rigorosamente in fila per sei col resto di due.


Chi poi metteva mezzo chilo di cipolle e sette ali di farfalle nel caffè? Ma naturalmente la Peppina! “La Peppina fa il caffè” risale al 1971, cioè alla 13esima edizione della trasmissione.

L'articolo prosegue subito dopo

Celebre conduttore al fianco della direttrice Mariele Ventre è stato Cino Tortorella che ha condotto lo Zecchino d’Oro dalla prima edizione (1959) al 2008, nei panni di Mago Zurlì fino al 1972. Nel 2002 il conduttore è entrato nel Guiness dei primati per aver presentato lo stesso spettacolo più a lungo di chiunque altro al mondo. 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*