Le Corbusier diventa patrimonio dell’Unesco COMMENTA  

Le Corbusier diventa patrimonio dell’Unesco COMMENTA  

le corbusier

Le opere di Le Corbusier, uno dei fondatori dell’urbanistica moderna, sono entrate nel patrimonio mondiale.

Charles-Edouard Jeanneret-Gris in arte Le Corbusier, è stato un architetto svizzero naturalizzato francese nato nel 1887 e deceduto nel 1965.

Fu uno dei fondatori dell’architettura contemporanea e il primo a usare calcestruzzo armato per le abitazioni. I suoi edifici erano tutti progettati seguendo un particolare filosofia.

Le Corbusier si proponeva di creare abitazioni a misura d’uomo che permettessero al contempo un rapporto diretto con la natura. Da questo derivano le sue enormi finestre a nastro e i tetti a terrazzo.

Quest’artista è stato fondamentale per la concezione dell’urbanistica odierna. Ancora oggi viene riconosciuto il suo talento tanto che l’Unesco ha deciso che 17 delle sue opere entreranno nel patrimonio mondiale. Nel 2011 erano già stati nominati 22 dei suoi edifici per entrare nel patrimonio.

L'articolo prosegue subito dopo

La richiesta però era stata rigettata, Quelle strutture erano state considerate non abbastanza rappresentative dell’opera di Le Corbusier. Adesso però l’architetto francese ce l’ha fatta, è stato annunciato con un tweet dall’Unesco. Le opere riconosciute sono custodite da 7 paesi: Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Argentina, Giappone e India. L’associazione ha giustificato questa scelta dicendo che Le Corbusier nella sua carriera è stato capace di: «creare un nuovo linguaggio architettonico, capace di rompere con il passato. Un approccio innovativo che ha influenzato profondamente il XX secolo, cercando di rispondere alle esigenze della società moderna»

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*