Le dichiarazioni di Monti sull’estensione dell’IMU agli immobili della Chiesa

Economia

Le dichiarazioni di Monti sull’estensione dell’IMU agli immobili della Chiesa

Mario Monti
Mario Monti

Nella disputa che si sta accendendo intorno all’estensione dell’IMU agli immobili della Chiesa, è intervenuto oggi Mario Monti, il quale ha tenuto a precisare che “..sono esenti dall’Imu quelle che svolgono attività secondo modalità non commerciali”. Monti ha inteso spiegare in questo modo l’emendamento del governo che impone il pagamento dell’Imu sugli immobili con utilizzo commerciale della Chiesa. Parlando in particolare delle scuole, uno dei fronti più caldi della discussione, il presidente del Consiglio ha affermato che non è corretto chiedersi se le scuole in quanto tali siano esenti dal pagamento dell’Imu, bensì quali siano esenti e quali no alla disciplina introdotta con l’emendamento. La risposta la fornisce lo stesso Premier: Sono esenti quelle che svolgono la propria attività in modo concretamente non commerciale”. Per non commerciali, si intendono le attività paritarie il cui servizio sia assimilabile al servizio pubblico. In concreto l’assimilazione deve avvenire sul piano dei programmi scolastici, dell’applicazione dei contratti nazionali e su quello della “rilevanza sociale.

Inoltre il bilancio dovrà essere tale da preservare in modo chiaro la modalità non lucrativa; in conseguenza di questa impostazione, l’eventuale avanzo sarà destinato all’attività didattica.
Con queste linee, abbastanza chiare, Monti ha inteso affermare che da parte del Governo e delle istituzioni, c’è “la piena e convinta determinazione a considerare il problema dell’esatta incidenza” dell’Imu sulla Chiesa “senza pregiudizi o approcci ideologici di qualsiasi derivazione”. Forse proprio quanto serviva in un paese ove su questi temi sono solite scatenarsi vere e proprie guerre ideologiche che servono solo a far deviare dal problema vero, che è quello della presenza di sacche di privilegio che debbono scomparire se si vuol fare dell’Italia un paese dell’Occidente evoluto a tutti gli effetti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...