Le dimenticanze di Calderoli

Economia

Le dimenticanze di Calderoli

nullSe non fosse l’autore della legge elettorale appena imbalsamata dalla consulta, per gli amici porcellini, se con una t- shirt antislamica non avesse provocato una rivolta a Bengasi costata la vita a a11 perone; se non avesse riscritto mezza costituzione di una baita del cadore; se non fosse stato ministro delle riforme e poi ella semplificazione; se non avesse preso soldi da Giampiero Fiorani ai tempi della scalata ad Antoveneta e del salvataggio di Credieuronordi; se non chiamasse i gay culatoni e gli immigrati bingo bongo; se non avesse proposto il maiale day contro la moschea di Bologna; se non avesse depenalizzato la banda armata a fini politici per salvare i leghisti imputati al tribunale di Verona per le camicie verdi, tra i quali se medesimo, insomma se non fosse Roberto Calderoli, sarebbe un tipo simpatico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche