Le donne incinte a basso reddito non prendono vitamina D, sostengono i funzionari della sanità

Wellness

Le donne incinte a basso reddito non prendono vitamina D, sostengono i funzionari della sanità

Medici, ostetriche e funzionari dei servizi sanitari hanno riferito alle donne incinte e quelle con bambini piccoli in famiglie a basso reddito del loro diritto a integratori di vitamina D gratis.

L’assunzione di integratori vitaminici nel quadro del regime di NHS Healthy è bassa, secondo Sally Davies, consulente medico anziano del governo britannico, e i principali ufficiali medici in Scozia, Galles e Irlanda del Nord.

Fino a un quarto della popolazione è a rischio di carenza di vitamina D, secondo i sondaggi nazionali sulla nutrizione. Ciò ha portato a preoccupazioni sulla salute delle ossa, in particolare nelle persone anziane e nei bambini piccoli.

Quelli a rischio sono le persone che hanno scarsa o nessuna esposizione al sole, per esempio quelli che coprono la loro pelle per motivi culturali, che sono confinati in casa o al chiuso per lunghi periodi.

Le persone che hanno la pelle più scura potrebbero anche aver bisogno di integratori perché i loro corpi potrebbero non essere in grado di rendere quanto più vitamina D necessitano.

Gli ufficiali dicono che i medici SSN devono garantire gli integratori a chi ne ha bisogno, in forma di compresse per adulti e gocce per i bambini.

Le donne beneficiano all’inizio dalla 10a settimana di gravidanza o se hanno un bambino sotto i quattro anni, o se loro o la loro famiglia ricevono sostegno al reddito, un’indennità in cerca di lavoro, l’occupazione e l’assegno di sostegno o credito d’imposta del bambino.

La lettera aggiunge: “Le organizzazioni NHS posono scegliere di vendere le vitamine o di fornirle gratuitamente a coloro che hanno i requisiti per Healthy Start, e incoraggiarli.

Alternativamente, gli integratori di vitamina D sono disponibili per l’acquisto o possono essere prescritti a coloro che non hanno i requisiti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche