Le fotografie sui luoghi abbandonati di Nicola Bertellotti

Viaggi

Le fotografie sui luoghi abbandonati di Nicola Bertellotti

Child's Play. Questa è una citazione molto più difficile da capire; chi di voi sa da dove è tratta?

Nicola Bertellotti è un fotografo con uno stile personale unico, che va contro le normali scelte per ritrarre i luoghi abbandonati.

Attenzione, amanti di luoghi abbandonati del centro! Se vi siete trovati per qualche motivo in zona Napoli, avreste potuto notare che fino al 16 agosto c’è stata una mostra a Castel dell’Ovo. Quella mostra, intitolata Hic Sunt Dracones, ha visto esposto il lavoro di Nicola Bertellotti, fotografo nostrano dei luoghi abbandonati.

Nicola Bertellotti

Questa foto è intitolata I’m Groot. Nicola ha un approccio ai luoghi abbandonati che è piuttosto unico rispetto a quelli che abbiamo visto di solito su queste pagine: il fotografo va a scegliere materiale che permette un confronto con film e letteratura, un riferimento alla realtà pop moderna invece di guardare a storia, passato o idee filosofiche. È la prima volta che ci troviamo di fronte a un approccio del genere, e bisogna dire che fa un certo effetto.

Nicola Bertellotti

Non vogliamo assolutamente suggerire che Nicola non faccia ricerche e studi suoi luoghi che fotografa, anzi.

Ma quello che lo guida è il rapporto delle immagini con questi volti dell’immaginario collettivo moderno, la scelta di affrontare qualcosa di diverso all’interno dei resti delle cose e delle persone che hanno vissuto in questi luoghi.

Nicola Bertolucci, classe 1976, nasce a Pietrasanta e studia storia all’università di Pisa. Appassionato di decadenza in senso sia fotografico che filosofico, può essere raggiunto dal suo sito personale, nicolabertolucci.com. Vi consigliamo di tenerlo d’occhio per scoprire quando sarà inaugurata la prossima mostra.

1 / 3
1 / 3
I'm Groot, una foto che fa riferimento all'eroe-albero di Guardian of the Galaxy.
Interstellar, un riferimento al recente film di fantascienza.
Child's Play. Questa è una citazione molto più difficile da capire; chi di voi sa da dove è tratta?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...