Le Iene denunciano Marc Marquez per l’aggressione

News

Le Iene denunciano Marc Marquez per l’aggressione

Gli inviati di ‘Le Iene’ Stefano Corti e Alessandro Onnis hanno dato mandato ai loro avvocati per denunciare Marc Marquez e i suoi familiari per aggressione, lesioni, calunnia e rapina.

“La versione riportata dal comunicato dei rappresentanti legali del pilota Marc Marquez contiene una rappresentazione dei fatti non veritiera”, scrivono ‘Le Iene’ in un comunicato nel quale replicano allo spagnolo della Honda, che ha a sua volta denunciato i due inviati accusandoli di “una serie di insulti, con determinate azioni umilianti e ridicole verso il pilota e arrivando anche a spingere e aggredire i suoi parenti più stretti”.

“Il pilota non è stato né insultato né umiliato, tantomeno nessuno dei componenti della sua famiglia è stato spinto o strattonato”, è la versione delle Iene. “Al contrario, sono state le due iene Stefano Corti e Alessandro Onnis a subire violenza”.

“Marquez -scrivono ancora Le Iene- era stato avvicinato mentre era con il padre e il fratello con un premio scherzoso per le vicissitudini che lo hanno visto protagonista in pista. Ma al momento della consegna della coppa i due inviati sono stati aggrediti senza che potessero spiegare il senso del nostro gioco. Gli assalitori hanno rotto la telecamera e si sono impossessati delle schede video con le immagini che mostreremmo se ci venissero riconsegnate. Un altro filmato è nelle mani di Marquez: sua madre ha registrato tutto l’accaduto con un cellulare. Se volesse potrebbe rendere pubblico il video”.

“Per fortuna, però, siamo riusciti a salvare alcuni materiali -fa sapere il programma tv- che documentano come sono andate effettivamente le cose e che vedrete lunedì sera su Italia Uno. Oggi stesso Stefano Corti e Alessandro Onnis hanno dato mandato ai loro avvocati per denunciare Marc Marquez e i suoi familiari per aggressione, lesioni, calunnia e rapina”.

1 Trackback & Pingback

  1. Le Iene denunciano Marc Marquez per l’aggressione | Braincell

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...