Le incredibili dichiarazioni di Castro (Pdl) sull’articolo 18

Economia

Le incredibili dichiarazioni di Castro (Pdl) sull’articolo 18

Giovani in cerca di lavoro
Giovani in cerca di lavoro

Adesso, si viene a scoprire che è questione di estetica. L’Italia in effetti si interroga da mesi, su come la riforma del mercato del lavoro possa andare ad incidere sulla vita delle persone, magari mettendole a rischio di un licenziamento che potrebbe letteralmente ridurle sul lastrico e adesso si viene a scoprire che il problema è meramente estetico. Basta sentire la incredibile dichiarazione (non si sa se indotta da abbondanti libagioni innaffiate da generose bevande o da sostanze dopanti) di Maurizio Castro (Pdl), relatore al ddl lavoro, per capire che ormai siamo alle comiche finali. Castro, infatti, a precisa domanda sull’articolo18, ha affermato di aspettarsi “emendamenti del governo per una questione di coerenza estetica“. Coerenza che secondo lui, dovrebbe essere realizzata In particolare sulla flessibilità in entrata, aggiungendo che sia la norma sui contratti a tempo determinato, sia quella sulle partite Iva, sia quella sull’apprendistato meritano un ritocco propulsivo. Castro, infatti, ritiene che le imprese debbono godere di una flessibilità più compiuta per poter realizzare quell’incremento occupazionale che è uno degli elementi fondanti della ratio della norma.

Dopo aver letto queste dichiarazioni, il lettore che sia sopravvissuto allo scoppio di ilarità, sicuramente comincerà ad immaginarsi la felicità dei milioni di lavoratori precarizzati dalle norme sulla flessibilità che hanno fatto dell’Italia un caso a parte nel mondo occidentale, sottoposti alla pletora di contratti a tempo determinato che non ha eguali nel mondo civile. Una felicità realizzata dalla coerenza estetica chiesta da Castro e dai suoi colleghi, che naturalmente non hanno mai lavorato un giorno a tempo determinato, ad un governo che non aspetta altro che di consegnare la possibilità di licenziare per motivi economici, non estetici, alle imprese. Sembra il Bagaglino, invece è il Parlamento della Repubblica italiana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...