Le Nuove Docg Italiane COMMENTA  

Le Nuove Docg Italiane COMMENTA  

Il 2011 è stato caratterizzato, per quanto riguarda il mondo del vino italiano, dal riconoscimento di ben 21 nuove Docg. Il Piemonte si conferma la regione con il più alto numero di Denominazioni di Origine Controllata e Garantita, ben 16 con l’ultimo ingresso dell’Alta Langa, ottenuta, dai vitigni Pinot nero e/o Chardonnay min.

90%, con il metodo classico nelle quattro tipologie Spumante, Spumante Rosato, Spumante Riserva e Spumante Rosato Riserva.

Notevoli passi avanti sono sati fatti anche in Veneto, seconda regione italiana per numero di Docg, 14 con le nuove Piave Malanotte, Bagnoli Friularo, Colli di Conegliano, Colli Euganei Fior d’Arancio, Montello e l’interregionale Lison; al terzo posto la Toscana che, dopo qualche anno stazionario, si è vista riconoscere le quattro Docg  Elba Aleatico Passito, Suvereto, Montecucco Sangiovese e Val di Cornia Rosso.

Due nuovi ingressi si registrano per il Lazio e il Friuli Venezia Giulia, rispettivamente il Cannellino di Frascati e il Frascati Superiore e il Rosazzo e l’interregionale Lison; quattro nuove Docg invece in Puglia, che non ne aveva sino al 2011, il Primitivo di Manduria Dolce Naturale, il Castel del Monte Bombino Nero, il Castel del Monte Nero di Troia Riserva e il Castel del Monte Rosso Riserva.

Una nuova Docg infine per Campania e Marche, rispettivamente Aglianico del Taburno e Offida.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*