Le nuove professioni del settore alimentare - Notizie.it

Le nuove professioni del settore alimentare

Guide

Le nuove professioni del settore alimentare

Braccia rubate all’agricoltura? D’ora in poi converrà restituirle. Secondo gli esperti, infatti, è proprio nel settore alimentare, a partire dall’agricoltura, che ci sarà maggior bisogno di figure professionali nuove. Il futuro parla dell’affermarsi delle agro tecnologie e della necessità di un’agricoltura di precisione che si svolga nel rispetto delle risorse naturali, dell’ambiente e della salute grazie ad esperti di certificazione alimentare e di bioenergia. La riscossa dell’agroalimentare è già realtà: il 15% del Pil italiano viene da questo settore, che a gennaio 2013 ha segnato un + 21%.

Dall’Inghilterra, invece, arriva un interesse sempre maggiore per un modo di coltivare in linea con la mancanza di terreno nelle città: le fattorie urbane verticali, luoghi in cui è possibile realizzare coltivazioni idroponiche (fuori dal suolo) sfruttando edifici a più piani. Per gestirle ci sarà bisogno di un “vertical farmer”, un agricoltore con competenze scientifiche, ingegneristiche e commerciali. E che dire, poi, dei coltivatori e degli allevatori del futuro che dovranno fare i conti con pascoli e colture geneticamente modificate?

Anche la qualità dell’alimentazione sarà una prerogativa del futuro.

E’ probabile che emergerà una nuova professione, il “personal food shopper”, una sorta di assistente alla spesa che sa quali prodotti comprare e quali lasciare sugli scaffali per riempire il carrello con genuinità, qualità ed efficienza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*