Le nuove regole del condominio COMMENTA  

Le nuove regole del condominio COMMENTA  

E’ appena entrata in vigore la riforma del condominio, dopo 2 anni e mezzo di attesa. Questa riforma sostituisce una legislazione che risale a 71 anni fa, precisamente al 1942, e mette in primo piano soprattutto la figura dell’amministratore. Quest’ultimo deve essere qualificato, e le sue prerogative ma anche i suoi obblighi aumentano. Per esempio, deve riscuotere forzosamente i crediti condominiali, tenere 4 registri (verbale, delle nomine, della contabilità e dell’anagrafe condominiale), sospendere il condomino moroso per 6 mesi dalla possibilità di fruire i servizi. L’amministratore deve essere nominato quando i condomini sono almeno nove. La sua carica dura un anno e può essere rinnovata.

Leggi anche: Come usare il barbecue in un condominio


Si è anche aumentato l’ammontare delle sanzioni in caso di violazione delle regole del condominio da 5 centesimi di euro a 200 euro che possono arrivare anche a 800.

Leggi anche: Quanto guadagna un amministratore di condominio?

E’ necessario costituire in fondo speciale per le opere di manutenzione e le innovazioni. Inoltre è possibile distaccarsi dall’impianto di riscaldamento centralizzato senza però portare malfunzionamento o spese ulteriori agli altri condomini.

Leggi anche

sopracciglia-dritte
Guide

Come fare le sopracciglia dritte

A seconda della forma del viso si possono modellare le sopracciglia: ecco a chi va vanno bene le sopracciglia dritte di linea orizzontale. Avere sopracciglia ben curate rende lo sguardo più intenso e seducente: quindi non bisogna mai trascurare questa parte del viso. A seconda della forma del volto si possono scegliere varie tipologie di sopracciglia: ecco come ottenere le sopracciglia dritte come Natalie Portman o Jessica Alba. Le sopracciglia dritte hanno un arco appena accennato oppure non lo hanno affatto. Se sono folte necessitano di cura quotidiana e tendono a svilupparsi vicino agli occhi. Optando per questa forma di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*