Le pagelle di Leicester-Siviglia

Calcio

Le pagelle di Leicester-Siviglia

Le pagelle di Leicester-Siviglia
Le pagelle di Leicester-Siviglia

Ieri sera si è disputato il match di Champions League tra Leicester e Siviglia con la vittoria dei primi per 2-0. Vediamo i migliori e i peggiori nelle pagelle.

Leichester

Schmeichel: 7. Si rivela decisivo proprio come all’andata. Para un rigore e la qualificazione è soprattutto grazie a lui.

Simpson: 6. Non fa grandi errori, concreto. Ottimo terzino.

Morgan: 7. Straordinario. Un muro in difesa e sblocca il risultato.

Huth: 6,5. Provvidenziale su molti palloni.

Fuchs: 6,5. Molto concentrato, rimesse lunghe e pericolose.

Drinkwater: 6. Ottimo in fase difensiva ed è aiutato da Ndidi.

Ndidi: 7. Ottima presenza fisica, riesce ad arginare il Siviglia.

Mahrez: 6,5. Ottimo il suo contropiede ed entrambi i gol partono da lui.

Okazaki: 5,5. Molto generoseo, battagliero, ma un po’ troppi pasticci.

Albrighton: 7. Costante.

Vardy: 5,5. Battaglia con Orsato. Manca più volte il 3-0.

Allenatore Shakespeare: 7. Prende il posto di Ranieri, ma non lo fa rimpiangere.

3 partite, 3 vittorie.

Siviglia

Rico: 6,5. Prova a tenere in piedi la sua squadra, ma non ce la fa.

Mercado: 5, 5. Bloccato in fase difensiva, ha colpe sul gol.

Pareja: 6. Non ha particolari colpe.

Rami: 5. Non gioca bene e alcuni suoi errori sono delle vere e proprie palle gol per Vardy.

Escudero: 6,5. Una sua grande palla fa tremare il Leichester, ma nulla da fare.

Nzonzi: 5. Lento. Non è sicuramente un ottimo rigorista.

Iborra: 5,5. Si trova in difficoltà, lo si percepisce.

Sarabia: 6. Altalenante, non trova mai il gol, ma sempre fastidioso.

Nasri: 5. Non porta benefici all’attacco della sua squadra e per colpa sua, la squadra rimane in 10.

Vitolo: 6,5. Il migliore. Si procura il rigore che il suo compagno non realizza.

Ben Yedder: 5,5. Ha delle occasioni per segnare, ma le spreca tutte.

Allenatore Sampaoli: 5. Si sbraita in panchina, rimproverando spesso i giocatori, ma le sue scelte non piacciono e non convincono.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche