Le persone-capanna (Shed) della Cina

Guide

Le persone-capanna (Shed) della Cina

La Cina è uno dei pochi paesi al mondo che possa vantare non solo una lunghissima storia, ma anche un vasto numero di gruppi etnici all’interno dei suoi confini. Ognuna di queste etnie ha la propria storia, talvolta aggrovigliata con i cinesi Han.

La regione del fiume Yangzi (nella foto) è stata considerata la culla del popolo cinese e del paese. Il fiume qui fornisce i mezzi necessari per irrigare i campi, ciò ha permesso alle culture neolitiche della regione di crescere e il propagarsi delle prime dinastie, come Xia, Shang e Zhou, lasciando qui le proprie fondamenta.

Questa zona della Cina è stata la casa per lo più di cacciatori e cacciatori-raccoglitori fino ai XVI secolo. Le zone di montagna non erano mai state battute fino a quel momento, quando la zona vide una migrazione di massa in arrivo. Dal XVIII secolo, la zona si trasformò da una natura selvaggia e indomita ad una regione produttiva.

Allora, chi erano le persone che arrivarono di corsa in questa regione e perché sono arrivati proprio qui?

Gli “Shed” o persone-capanna sono un gruppo di persone per lo più conosciuti come “Peng min”, gli immigrati che “abitualmente costruiscono piccole capanne in cui vivere mentre lavorano i pendii delle montagne della Cina centrale per l’agricoltura”. Anche in tempi normali i loro rapporti sia con la popolazione locale esistente che con la burocrazia Ming e Qing, erano spesso burrascosi e violenti.

Inoltre, i cambiamenti economici e sociali rapidi che la loro migrazione mise in moto contribuirono in modo significativo allo scoppio di una serie di rivolte verificatesi nella regione durante il periodo di transizione Ming-Qing “.

Gli “shed” erano i migranti che si insediarono sul terreno pianeggiante e fertile e coinvolti principalmente nell’ agricoltura del riso. Essendo lo spazio però in questa regione molto richiesto, avevano dovuto arrangiarsi con le aree rocciose e collinari di montagna.

Gli shed non erano da un gruppo etnico proveniente dalla stessa regione – “il movimento che raccoglieva le persone nelle montagne dello Yangzi negli altipiani durante il tardo periodo di transizione Ming – Qing coinvolse diverse persone Hubei e Hunan, era prevalentemente un movimento di persone provenienti dal Fujian e Guang-dong, e comprendeva sia Hakka che persone non-Hakka “.

Gli shed continuarono a migrare verso la regione del fiume Yangzi a destra fino alla fine del XVIII secolo, mentre altri shed continuarono a coltivare nelle loro aziende agricole fra le montagne. “Ma una volta stabiliti, le grandi linee della vita negli altopiani e dei modelli di antagonismo generato lì, rimase relativamente invariato fino a ben dopo la caduta della dinastia Qing”. Lì rimasero, entrando a far parte della comunità.

Gli shed sono stati visti come un popolo che ha causato problemi nelle zone prescelte dove si insediavano, ma nonostante questo, furono in grado di creare la propria comunità e stabilirsi qui, tra i boschi e le colline. Numerosi aspetti del carattere sociale degli altipiani è direttamente riconducibile e attribuibile alle persone shed e come hanno interagito con gli altri popoli della regione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*