Le proprietà del rosmarino

Wellness

Le proprietà del rosmarino

Il Rosmarinus officinalis è una pianta sempreverde, perenne, si presenta come un cespuglio che, crescendo, può anche raggiungere i tre metri. Le foglie, strette e allungate come piccole lance, conservano nelle ghiandole oleifere gli oli aromatici essenziali. I piccoli fiori di colore viola-azzurro, nascono da Marzo fino ad autunno inoltrato, ma se la pianta ha una posizione favorevole, possono resistere anche per tutto l’anno. Le proprietà curative del rosmarino si trovano soprattutto nei suoi oli essenziali, dai quali deriva anche il profumo balsamico e intenso. Il rosmarino svolge un’importante azione tonificante, stimolante, fortificante sull’organismo.

Questa pianta è in grado di risvegliare sia l’energia fisica che quella mentale. E’ particolarmente indicata nei periodi di affaticamento e stress, durante la convalescenza di una malattia o la preparazione di esami impegnativi. Il rosmarino regola l’attività del pancreas e del fegato, agendo a livello gastro-intestinale: stimola l’appetito, favorisce l’espulsione dei gas intestinali e la digestione, stimola la peristalsi, distende la muscolatura delle visceri.

L’olio essenziale ha proprietà riscaldanti e drenanti, quindi è ottimo per il trattamento di distorsioni, reumatismi, ipotonia muscolare. Il rosmarino fa bene in caso di mal di testa, nevralgie ed emicrania.

Dal punto di vista psicologico, il rosmarino è un toccasana per stimolare l’energia mentale, favorisce il buonumore e combatte gli stati depressivi. In grado di regolare la secrezione sebacea, è prezioso per la bellezza dei capelli, oltre ad avere effetti antisettici e deodoranti (ecco perché viene utilizzato come ingrediente di dentifrici e colluttori). Tuttavia, per non incorrere in conseguenze spiacevoli, è consigliabile non abusare con il rosmarino, soprattutto in caso di ipersensibilità individuale. Meglio evitarne l’assunzione durante la gravidanza.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche