Le ragioni per festeggiare il capodanno cinese

Gratis online

Le ragioni per festeggiare il capodanno cinese


Il capodanno cinese è una festività riconosciuta da tanti nei secoli. L’evento comincia il 15° giorno della prima luna nuova, indipendentemente se sia gennaio o febbraio e termina la notte della prossima luna piena. Le ragioni per cui si celebra il capodanno cinese sono molteplci e vanno da un segnale di buona fortuna a a un modo di unire la famiglia alle onoranze dei defunti.
Cultura:
il capodanno cinese è celebrato da più di 1/6 della popolazione cinese ed è la festa più importante dell’anno. Celebrarla significa essere parte della tradizone antica condivisa da altri e della cultura asiatica. Essere coinvolti in questa festività significa attendere la danza del leone con persone che si mascherano da leone in segno di prosperità.
Buona fortuna:
chi festeggia il capodanno cinese ha lo scopo di portare un po’ di fortuna a sé stessi e ai propri cari. Molte delle tradizioni hanno lo scopo di portare fortuna, come le peonie, simbolo di prosperità e i fiori di pesco che scalderanno le storie d’amore; le piante del mandarino con le foglie inatte sono il simbolo di una relazione duratura.
Unire la famiglia:
è un’altra delle ragioni per celebrare il capodanno cinese.

Le famiglie si riuniscono sia a capodanno che il giorno seguente per stare insieme e pranzare. Tutte le famiglie si radunano in questo giorno, tranne le figlie sposate che vanno a casa dei mariti. Durante le celebrazioni, gli ospiti più anziani offrono alle giovani non ancora sposate dei pacchetti rossi con dei soldi all’interno. La busta rossa serve a cacciare gli spiriti malvagi e portare fortuna a chi riceve il dono.
Onorare i morti:
il capodanno cinese è un modo per ricordare chi non c’è più. Le persone vogliono conoscere i loro avi, in quanto sono i responsabili della buona fortuna per le generazioni future. Le persone viventi preparano un banchetto, detto “intorno alla stufa”, un modo per onorare il passato e le generazioni presenti e future.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche