Le risposte di J-Ax all’attaco di Chef Rubio contro Fedex

Gossip

Le risposte di J-Ax all’attaco di Chef Rubio contro Fedex

L’ex rugbista Chef Rubio – all’anagrafe Gabriele Rubini -, e Fedez litigano su Twitter, e J-Ax interviene in difesa dell’amico e collega. Il cuoco e personaggio televisivo noto come conduttore del programma di cucina Unti e bisunti in onda dal 2013 su DMAX, ha infatti attaccato Fedez in merito alla recente rivelazione di quest’ultimo al Corriere della Sera sul fatto che, a 16 anni, avesse tenuto una pistola nello zaino – cosa che adesso non farebbe più – per nasconderla alla polizia su richiesta del padre di un suo amico di allora, il quale si era fatto 30 anni di galera. Al che Chef Rubio ha commentato in dialetto romanesco: “Io “nello zaino c’avevo la pizza bianca, mi madre non me dice quello che devo fa da circa 20 anni – mentre  la madre di Fedez è anche la sua manager, e me vesto come c* me pare”.

Allora J-Ax ha replicato: “E i c* tuoi nello zaino non li tenevi? Sparati. #bastabullismo su Fedez”; la risposta ha suscitato la reazione di Rubio, che di nuovo ha twittato: “Cucciolo mio perché usi a sproposito il termine bullismo? Ah dimenticavo che hai chi ti dice cosa dire” – in realtà Fedez, come ha raccontato nella stessa intervista in cui parlava della pistola nello zaino, ha anche detto di essere stato vittima di “vero” bullismo da ragazzino e lo stesso l’ex Articolo 31 -.

Lo scontro social è continuato con J-Ax che, con un’espressione romanesca, ha risposto a Chef Rubio: “A zi ti chiami chef e manco sei uno chef.

È come se Alba Parietti si facesse chiamare Al Naturale Parietti” – frase poi cancellata da J-Ax per non doversela vedere anche con Alba – . Chef Rubio quindi ha risposto di nuovo chiedendo velenoso: “Davvero avete un seguito? Se me li affidate me li accollo io”, ma J-Ax anche questa volta non ha lasciato correre, rispondendo per le rime: “Per essere uno che fa lo chef sei proprio un morto di fama”. Invece Fedez preferisce non replicare, mentre si schierano i fans dei “litiganti” che li seguono sui social. Il dissidio continuerà?

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...