Le serie tv più amate degli anni 80

Gossip e TV

Le serie tv più amate degli anni 80

Le serie tv più amate degli anni 80

Da Arnold, alle scazzottate dell’A-Team, dalle indagini del tenente Colombo, agli intrighi di Dallas..

Il vintage va molto di moda, anche in televisione. Mentre a Hollywood continuano a produrre serie tv a raffica, vedi tra di noi la voglia di tornare adolescente e di rivivere tutta la spensieratezza degli anni Ottanta e Novanta. Glia anni in cui a trasmettere passione avevamo gli intrighi amorosi di Beverly Hills e di Dallas oppure le avventure di famiglie sopra le righe come quella dei Robinson o della tremenda Tata Francesca.

Il modello sit com familiare ha da sempre funzionato, ma se c’è stato un vero grande guru dei papà sul piccolo schermo che è sicuramente il mitico Bill Cosby. Il primo episodio di “I Robinson” è andato in onda nel 1984 e l’ultimo nel 1992. Serie divertentissima che però ci ha accompagnato sempre, ed è sempre stata ritrasmessa in numerose repliche e su diversi canali (di cui l’ultimo è K2 nel 2014).

E non vi è mai capitato all’epoca della scuola di desiderare di poter memorizzare un libro semplicemente sfogliandolo proprio come faceva Super Vicki? La sitcom raccontava le vicende della famiglia Lawson e di Vicki, la mitica bambina robot inventata dal papà per poter assistere i bambini portatori di handicap.

Il primo episodio è andato in onda negli Stati Uniti nel 1985 e l’ultimo nel 1989. In Italia la serie è stata trasmessa in replica anche negli anni Novanta.

Ancora, non esiste un omicidio in cui lei non sia presente e non c’è un mistero che lei non sia in grado di risolvere. Parliamo della mitica Jessica Fletcher in “La signora in giallo“. Il telefilm investigativo vede come protagonista l’attrice Angela Lansbury nei panni di una scrittrice di romanzi gialli che si ritrova a curiosare e spesso a risolvere i delitti al fianco della polizia, nella sua Cabot Cove o in giro per il mondo. La serie ha debuttato nel 1984, ed è andata avanti per ben 12 anni prima di terminare nel 1996. Ad oggi, però la serie è ancora in onda.

Dallas” è stata una delle prime soap opera a essere trasmessa in tutto il mondo. Serie tv tradotta in 67 lingue diverse.

Serie che narra le vicende di J.R., il petroliere senza scrupoli disposto a tutto per amore dei soldi, e della sua saga familiare. Il primo episodio è stato trasmesso nel 1978, ma il successo in Italia è arrivato nel 1981.

Beverly Hills 90210” è il telefilm che ha condizionato la moda e l’estetica delle teenagers di un intero decennio, accompagnando tutti i giovani dagli anni Novanta fino al 2000, anno in cui la serie si è conclusa. Brenda, Kelly, Dylan, Donna, Steve, Brandon, David e Andrea sono i personaggi che ogni adolescente di quel periodo conosceva molto bene, e conosceva le loro storie e i loro amori.

Alzi la mano chi non ha mai sognato di affogare soltanto per farsi soccorrere da un aitante bagnino in boxer rossi. “Baywatch” infatti non ha risparmiato proprio nessuno. I ragazzini (ed i papà) sbavavano di fronte alle curve di Pamela Anderson e delle compagne. Le ragazzine sognavano di imitarle o di essere tra le fortunate a potersi aggrappare al salvagente e ai bicipiti dell’affascinante David Hasselhoff.

E se oggi abbiamo “Grey’s Anatomy” e il “Dottor House” è solo perché ieri è esistita una meravigliosa serie come “E.R.” che ha fatto da apripista.

Primo tra i medical drama di grande successo, che vanta la bellezza di quindici stagioni alle sue spalle e il pregio di aver fatto scoprire al mondo un giovane e ammaliante George Clooney, ai suoi esordi. La serie tv ha debuttato nel 1994 ed è terminata nel 2009, dopo vari ricambi di storie e anche di protagonisti.

Oggi è tra gli attori più apprezzati di Hollywood in grado di far ridere e piangere con la stessa intensità, sovrano è Will Smith. Nato in televisione con “Willy, il Principe di Bel Air“, la sitcom in cui il ragazzo di periferia si trasferisce nel lussuoso quartiere, dove vivono gli zii con i figli e il maggiordomo Geoffry (uno dei personaggi più azzeccati della serie).

Un’ altra sitcom familiare di successo degli anni 90 è “Otto sotto un tetto“, che racconta la quotidianità dei Winsolw, perennemete stravolta dal vicino di casa Steve Arkel. Una serie che è diventata un appuntamento imperdibile del pomeriggio, di quelle serie che si commentavano e si imitavano a scuola con gli amici.

E i sei ragazzi alle prese con la scuola e i problemi di cuore? Plot molto semplice quello di “Bayside School“, ma che ha garantito il successo a tutti i suoi protagonisti.

Meno cult di “Beverly Hills”, ma resta comunque tra le serie simbolo degli anni Novanta. I protagonisti sono Zach, il biondo e ribelle, Kelly, la reginetta del liceo, Jessie e Slater, in perenne lotta tra odio e amore, Lisa, la frivola e modaiola e infine Screech, quello buffo e maldestro.

Nata come spinoff di “Beverly Hills”, la serie “Melrose Place” è dedicata ad un pubblico più adulto. In principio l’idea era quella di raccontare in ogni episodio le vicende di un personaggio diverso, ma poi, riscontrando un successo limitato gli sceneggiatori Darren Star e Aaron Spelling hanno deciso di cambiare rotta e di puntare sugli intrighi più lunghi e ai limiti dell’inverosimile. La serie è così andata avanti dal 1992 al 1999.

Chiassosa, esilarante e svampita. Non si può non amare Tata Francesca, con la sua voce stridula e con i suoi abiti del tutto improponibili. La sitcom è diventata un vero cult degli anni Novanta grazie al gioco degli opposti: tra la classe della famiglia Sheffield e la veracità di Francesca e delle sue zie.

E i sei amici con due appartamenti e un pianerottolo? ma certo, è “Friends” , la sitcom più amata degli anni Novanta.

Di quelle che vedresti e rivedresti ancora senza mai stancarti! La serie ha donato popolarità a Jennifer Aniston, ma in generale a tutti i suoi protagonisti, gli indimenticabili compagni di merende e di disavventure di ognuno di noi.Serie che adesso spopola su Netflix. Il successo è stato talmente grande che negli anni sono state diverse le star che hanno voluto parteciparvi, anche solo per un cameo (come per esempio la bellissima rossa Julia Roberts, il mitico Brad Pitt, e Jean Claud Van Damme).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Chiara Cichero 1240 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.