Le sette bugie raccontate nei film (a cui vogliamo credere)

Attualità

Le sette bugie raccontate nei film (a cui vogliamo credere)

sky-cinema-1_mangia-prega-ama

La realtà che viviamo ogni giorno non è mai come quella che ci raccontano nei film (purtroppo). Però è bello crederci, ognuno di noi spera di poter vivere come in un film, almeno per qualche giorno. Ecco le sette bugie raccontate in alcune famose pellicole cinematografiche che vorremmo fossero vere.

1) Basta uscire di casa per incontrare il proprio idolo (come succede nel film “Il grande Gatsby” del 2013);

2) Vuoi evadere da una brutta situazione? Attacca i palloncini al tuo letto e vola via (“Up”- 2009);

3) Se state viaggiando da soli e vi assale la malinconia o semplicemente vi dà fastidio il jet-lag, sappiate che nella stanza accanto a quella vostra vi è qualcuno che sta nelle stesse condizioni (come accade nel film “Lost in Translation” del 2003);

4) Anche se esci di casa solo mezz’ora prima del check in puoi arrivare in tempo all’aeroporto e salire sull’aereo (è successo al simpatico protagonista di “Mamma ho perso l’aereo” , famoso film del 1990);

5) Se ti stanchi di camminare per le vie di Roma, sali su una Vespa qualsiasi e troverai a bordo una persona affascinante pronta a portarti in giro e a farti perdere la testa (ricordate il film “Vacanze romane” del 1953?);

6) Quando salite sulla nave per fare una crociera, l’uomo o la donna della vostra vita è sul ponte che vi attende (è successo così in “Titanic”, memorabile film uscito nel 1997);

7) Se sei stressata e vuoi dimenticare ogni problema, lascia tutto e corri a Bali (è quello che fa Julia Roberts nel film “Mangia, prega, ama” del 2010).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*