Le Soir contro Berlusconi: «Un saltimbanco. Meno male che Monti c’è» COMMENTA  

Le Soir contro Berlusconi: «Un saltimbanco. Meno male che Monti c’è» COMMENTA  

«Berlusconi ritorna: attenzione!». Il perentorio monito arriva dal quotidiano belga Le Soir, che  “mette in guardia” Italia ed Europa dalla candidatura di Silvio Berlusconi. «Monopolizza e strumentalizza senza vergogna le tv da 15 giorni, con un meccanismo ben oliato da oltre 20 anni. Un blitz mediatico che questo saltimbanco nato pratica con successo, lui che ha messo il suo impero mediatico al servizio della conquista del potere».


L’influenza del Cavaliere, però, non si limita alle sue televisioni, ma anche alle reti Rai: «Non limita le apparizioni solo ai suoi canali, ma ha fagocitato anche quelli pubblici, imponendo le sue domande, evitando il dibattito, minacciando il giornalista che lo interroga». In questo caso il giornale belga ha richiamato la partecipazione del leader del Pdl a L’Arena, in cui Berlusconi ha minacciato di andarsene, accusando il conduttore Massimo Giletti di interromperlo continuamente.


Secondo Le Soir, inoltre, Berlusconi starebbe cercando di mostrare «un profilo più saggio», ma resterebbe suo malgrado inesorabilmente legato al personaggio che si è creato negli anni e «a 76 anni e con una nuova fidanzata, resta inchiodato ai festini bunga-bunga, ai processi per frode fiscale e al presunto incitamento alla prostituzione minorile».


Non stupisce, dunque, la decisa presa di posizione a favore di Mario Monti, bersaglio preferito delle ultime dichiarazioni del Cavaliere: «Da una settimana l’Europa guarda con attenzione, quando non con sollievo, all’ingresso nell’arena elettorale di Mario Monti».

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*