Le spiagge più belle da visitare dell'Islanda - Notizie.it
Le spiagge più belle dell’Islanda
Europa

Le spiagge più belle dell’Islanda

islanda
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In Islanda le coste si sviluppano per circa 5.000 chilometri. Generalmente frastagliate ed erose dai ghiacciai. Ogni baia e insenatura ha delle proprie caratteristiche che le rendono uniche. Scopriamo quali sono le imperdibili da visitare.

L’Islanda è un paese splendido da visitare. Un’esperienza imperdibile per gli amanti della natura e della fotografia. Ogni scorcio si offre alla macchina fotografica. Da non mancare una visita alle principali spiagge islandesi. Molte di queste sono caratterizzate dalla famosa sabbia nera e sono generalmente rocciose.

Nauthólsvík Beach

island

La spiaggia di Nauthólsvík si trova poco lontana dalla capitale Reykjavík. È una delle più popolari proprio grazie alla caratteristica che la identifica. Questa spiaggia, infatti, ha una sorgente di acqua calda artificiale che scorrendo nella baia permette di fare il bagno in qualsiasi periodo dell’anno. È l’unica del suo genere in Islanda e all’interno della baia la temperatura è generalmente più calda rispetto a quella dell’oceano che in estate non supera i 16°C. Ci sono due vasche: la prima con una temperatura costante di circa 38,5°C mentre la seconda ha una temperatura più fresca ma comunque superiore a quella esterna oceanica.

L’intera zona è poi attrezzata per ospitare le famiglie. Unica limitazione: non è permesso navigare in queste acque.

Kirkjubol Beach

islanda

Nella parte occidentale dell’Islanda, nella zona di Strandir si trova la spiaggia di Kirkjubol. Questa spiaggia è molto adatta per gli amanti della natura e per le famiglie. La spiaggia è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici anche se non vicinissima e per questo, rispetto alle altre dell’isola, risulta essere meno frequentata.

Álftanes Beach

islanda

Una delle poche spiagge di sabbia bianche presenti in Islanda. Situata poco distante da Reykjavík nella penisola di Álftanes. Molto visitata proprio per il colore della sua sabbia, questa spiaggia fa parte della Greater Reykjavik Area ed è facilmente accessibile ai bagnanti.

Djúpalónssandur Beach

islanda

Nella parte orientale dell’Islanda si trova Djúpalónssandur Beach. Questa spiaggia di sabbia nera è coperta di ciottoli perlacei neri trasportati dalle onde dell’oceano. Nonostante il loro splendore invogli a portare qualche sassolino a casa come ricordo, la loro raccolta è severamente vietata.

Ideale però per tutti gli amanti della fotografia che potranno trovare scorci interessanti e sorprendenti dietro ogni angolo e roccia.

Reynisfjara Beach

islanda

Nella parte meridionale dell’isola, a circa 180 chilometri da Reykjavik si trova la cittadina islandese di Vik. In questa zona si può trovare una delle spiagge più spettacolari dell’intera Islanda: Reynisfjara Beach. Una spiaggia caratterizzata dall’alternarsi di sabbia nera naturale e ghiaiosa. Nell’estremità meridionale della spiaggia si erge la scogliera di Dyrholaey, alta 120 metri. Una sorprendente scogliera di colonne basaltiche regolari che ricordano una piramide di roccia. Questa area è molto ricca di fauna.

Secondo una tradizione locale, due trolls tentarono di trascinare una nave a terra ma alle prime luci dell’alba furono trasformati in pietra. Oggi i due “troll di pietra” sono chiaramente visibili dalla spiaggia.

Reynishverfi Beach

islanda

Nella parte meridionale dell’Islanda, non lontano dal villaggio di Vik, si trova la splendida spiaggia di Reynishverfi.

Decisamente la più bella dell’isola. Oltre all’inconsueto panorama delineato dai faraglioni in lontananza, la spiaggia è caratterizzata da una nera scogliera in basalto colonnare che la rende unica nel suo genere. A rendere completo il paesaggio, sullo sfondo, si può ammirare l’imponente arco naturale di Dyrhólaey.

Per saperne di più

Atlante leggendario delle strade d’Islanda è un libro alla scoperta di un’isola lontana e poco conosciuta che nasconde meraviglie in ogni luogo. Il volume descrive leggende, racconti fantastici e popolari che rappresentano l’anima dell’Islanda e consentono di comprenderne la cultura e le origini. Un metodo alternativo alle guide turistiche per conoscere un paese e la sua storia e immergersi completamente in quel mondo.

Se, invece, siete tradizionali e volete affidarvi alla guida turistica, la Feltrinelli offre una volume dettagliato con tutti i luoghi e le attività da non perdere. Per vivere un’esperienza in pieno stile islandese, alla scoperta delle spiagge meravigliose e dei parchi nazionali, il volume fornisce tutti gli strumenti per rendere il vostro viaggio indimenticabile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche