L’educazione alla musica a partire dai tre anni di età con il metodo Suzuki - Notizie.it

L’educazione alla musica a partire dai tre anni di età con il metodo Suzuki

Torino

L’educazione alla musica a partire dai tre anni di età con il metodo Suzuki

suzuki_1Alba – È attraverso l’ascolto, l’imitazione, la continua conferma e gli stimoli degli adulti che il bambino incomincia a trasformare la sua lallazione in parole. Prima poche e semplici, poi via via più complesse e articolate.
Nello stesso modo la metodologia Suzuki sviluppa la capacità di “parlare” attraverso uno strumento musicale: l’abilità a osservare e imitare, imparando la musica nello stesso modo naturale nel quale, giorno dopo giorno, si impara ad esprimersi attraverso il linguaggio.
Anche l’Istituto Musicale Lodovico Rocca di Alba ha attivato i corsi di musica Suzuki – filosofia educativa musicale elaborata dal violinista giapponese Shinichi Suzuki nella prima metà del XX secolo.
I corsi, tenuti da insegnanti abilitati, partiranno a febbraio e verranno presentati sabato 25 gennaio, alle 16:30, nella chiesa di San Giuseppe, con un concerto dimostrativo tenuto dai giovanissimi musicisti del Suzuki Talent Center di Saluzzo.
L’Assessore Paola Farinetti: “L’Istituto musicale amplia la sua già ricca offerta formativa con il corso Suzuki, rivolto ai bambini a partire dai tre anni.

Dimostrazione che il linguaggio musicale può veramente essere appreso in tenera età con risultati sorprendenti, sia a livello artistico che dal punto di vista educativo. Molto importante anche il coinvolgimento dei genitori che partecipano attivamente e condividono con i figli questa arricchente esperienza”.
Giovedì 30 gennaio, alle ore 21, nella sala Beppe Fenoglio, è previsto un incontro specifico per spiegare agli interessati tutti i dettagli del metodo e dei corsi.
L’iniziativa si avvale della collaborazione con l’Associazione Incontri Musicali Internazionali e con il Suzuki Talent Center di Saluzzo.
Per informazioni e iscrizioni contattare il Civico Istituto Musicale “Lodovico Rocca” via Accademia, 6 – 12051 Alba – tel. 0173 290970
istitutomusicale@comune.alba.cn.it

Il Metodo Suzuki
Il metodo Suzuki nasce da una felice sintesi fra la cultura occidentale e la sensibilità orientale. Il segreto del suo successo risiede nella fiducia che il Maestro Suzuki ha nell’uomo, fondando il suo metodo proprio sul meccanismo di apprendimento della madre lingua.
Per l’approccio all’educazione in musica volle partire dai bambini piccolissimi: attraverso la musica, e credendo fortemente nel suo spirito trasformatore, intuì che poteva sviluppare e favorire valori come la sensibilità, la gentilezza, il saper comunicare, il gusto per il bello, l’umiltà, la pazienza, la perseveranza; questi valori si sarebbero appresi grazie allo sviluppo dei talenti musicali che ciascuno di noi ha.
Suzuki iniziò così a studiare il motivo per cui, pur nello stadio di apprendimento, un bambino riesce a parlare correntemente la lingua madre (tremila vocaboli al secondo anno di vita). L’uomo quando nasce è caratterizzato da una carica vitale, da una forza che animerà le sue facoltà; nessuno può dire quanto abile sia l’uomo per natura.
Il talento si conosce solo nella misura in cui viene sviluppato o sprecato.

Alla luce di queste osservazioni Suzuki giunse alla conclusione che in ogni individuo vi è del “genio” e che ognuno ha la possibilità di “apprendere al massimo grado”.

I Corsi
Corso sperimentale nel secondo quadrimestre 2013/2014.

Ritmica
Età: 3-5 anni.
Frequenza: una volta alla settimana da febbraio a giugno per 20 lezioni.
Obiettivo: la formazione dell’orecchio ritmico e melodico, lo sviluppo della coordinazione motoria e della motricità fine, il potenziamento della memoria, della capacità di autocontrollo e di disciplina.
Lezioni: in gruppo

Strumento
Età: da 3-5 anni. Parallelamente al primo corso di ritmica strumentale, il bambino, secondo i suoi desideri e le attitudini dimostrate, accede ai corsi di strumento.
Frequenza: una volta alla settimana.
Nel mese di giugno sono previsti i Saggi e le Feste dei Diplomi.
Lezioni: individuali.
Strumenti: violoncello e violino.
Quote
Iscrizione: € 40
Frequenza: 20 lezioni singole di 30 min € 300
Frequenza: 20 lezioni collettive da 60 min € 200
E’ prevista una lezione di prova.
I corsi vengono attivati con un numero minimo di allievi iscritti.

A che età si può cominciare?
L’ambiente musicale va creato attorno al bambino il più presto possibile.
A tre anni si può venire con i genitori alla Scuola Suzuki nella classe di Ritmica.
Citando Platone “…l’inizio è la parte più importante di ciascun lavoro e specialmente nel caso dei giovani, dove il carattere si sta formando e le informazioni sono prontamente fissate ….

Ogni cosa ricevuta nella mente a quella età diviene probabilmente indelebile ed inalterabile…..”. Suzuki affermò con semplicità e chiarezza : “Occorre iniziare il più presto possibile”, tutta la futura formazione, fisica, cognitiva, emozionale e estetica, sarà facilitata e condizionata dai fondamentali legami stabiliti nei primi processi di apprendimento.

L’ambiente familiare
Il bambino è figlio del suo ambiente: da quando viene al mondo, prima la sua famiglia, poi la società attorno a lui, svilupperanno determinate caratteristiche e ne inibiranno altre. Il cucciolo dell’uomo è l’animale che nasce più incapace: dipende da noi farne persona completa, vitale e sensibile.
Grazie a Suzuki in questi ultimi 70 anni c’è stata una rivoluzione nella comprensione della sorgente del talento e delle abilità. Tutto il dibattito su natura e cultura è stato anche influenzato dalla sua prassi: “L’uomo è figlio del suo ambiente e tutto dipende dall’ambiente. Non ho nessun dubbio sul fatto che la gente nasca con differenze fisiologiche ereditarie, ma credo che le abilità di una persona crescano e si sviluppino secondo gli stimoli che provengono dall’esterno”.
La crescita del bambino passa attraverso lo sviluppo di alcune abilità:
– l’abilità ad ascoltare: ascoltare musica facilita l’acquisizione di informazioni e di conoscenza;
– l’abilità a osservare e imitare: i bambini imparano musica nello stesso modo in cui imparano a parlare;
– l’abilità a memorizzare: siccome prima si parla e poi si legge, allo stesso modo prima si suona e poi si legge, sviluppando enormemente la memoria;
– l’abilità a concentrarsi: è superfluo dire quanto sia importante;
– l’abilità a esibirsi ed eseguire in pubblico: si acquista fiducia e autostima per condividere con gli altri quello che si conosce;
– l’abilità a perseverare: gradino dopo gradino, si impara a superare le difficoltà e si scopre di essere capaci a costruire il proprio futuro;
– l’abilità a essere disciplinati: attraverso la pratica, l’abilità acquisita e il piacere, si acquista il senso di responsabilità ed il valore della disciplina.

La lezione settimanale, che richiede la frequenza attiva del genitore, trova la sua continuità nella pratica quotidiana a casa.

Giocare al maestro o alla maestra servirà, in un gioco educativo speculare, ad acquistare nuove capacità e sviluppare il talento. Il genitore capisce di avere un ruolo preciso e attivo, dove è richiesta la partecipazione e la condivisione di un percorso educativo, dove suonare uno strumento è il mezzo per favorire la crescita dell’armonia famigliare e quella generale del bambino.

L’insegnante
Gli insegnanti Suzuki hanno ricevuto un’abilitazione secondo programmi europei basati su 5 livelli di conoscenza. Oltre alle competenze strumentali (Diploma di conservatorio), hanno approfondito materie collaterali quali filosofia e psicologia infantile, hanno buone nozioni di anatomia, conoscenza di tecniche di rilassamento e di psicomotricità, oltre a competenze organizzative e la padronanza della lingua inglese.
Ancora da Platone “… devi avviare i tuoi bambini allo studio in una maniera piacevole, senza alcuna aria di costrizione, con l’ulteriore obiettivo di discernere l’inclinazione naturale dei loro rispettivi caratteri…” Sappiamo quanto fosse importante per Suzuki la convinzione di poter sviluppare il carattere attraverso l’educazione musicale.

Informazioni e iscrizioni al Civico Istituto Musicale Lodovico Rocca via Accademia, 6 Alba – tel.

0173 290970 istitutomusicale@comune.alba.cn.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche