Lega: sei parlamentari vicini a Tosi lasciano il partito

News

Lega: sei parlamentari vicini a Tosi lasciano il partito

Salvini e Tosi insieme prima della lite
Salvini e Tosi insieme prima della lite

La notizia era nell’aria, ma adesso è arrivata l’ufficialità: sei parlamentari veneti, tre della Camera dei Deputati e tre del Senato, hanno abbandonato la Lega Nord e sono entrati nel gruppo misto.

Si tratta di Emanuela Munerato (Rovigo), Raffaella Bellot (Belluno) e Patrizia Bisinella (Treviso) per il Senato e Emanuele Prataviera (Venezia) , Roberto Caon (Padova), e Matteo Bragantini (Verona) per la Camera.

I sei parlamentai hanno rilasciato un comunicato congiunto nel quale hanno affermato che la decisione è stata difficile e sofferta ma si è resa necessaria dopo l’espulsione ingiustificata di Tosi da segretario nazionale della Liga Veneta.

Il gruppo ha definito incomprensibile tale scelta definendola illegittima e scorretta.

Tutto nasce al momento in cui Matteo Salvini annuncia la candidatura unica di Luca Zaia come governatore del Veneto. Fin dall’inizio Tosi, attuale sindaco di Verona, manifesta le proprie perplessità fino ad arrivare allo scontro con Salvini. A questo punto il leader della Lega da un ultimatum a Tosi: o si schiererà a favore di Zaia oppure verrà cacciato dal partito.

Tosi non accetta la richiesta di Matteo Salvini e di conseguenza viene cacciato dal partito.

Qualche giorno dopo, il sindaco di Verona annuncerà la sua candidatura alle regionale venete in contrapposizione a Luca Zaia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche