Legge regionale sugli agriturismi: prosegue l’impegno di Coldiretti Piemonte e Terranostra

Attualità

Legge regionale sugli agriturismi: prosegue l’impegno di Coldiretti Piemonte e Terranostra

Lo scorso 4 ottobre, è stata presentata in Consiglio Regionale, alla stampa e agli operatori agrituristici la proposta di legge regionale n. 288 “Nuove disposizioni in materia di agriturismo e di attività connesse all’agricoltura”, da cui prende il via l’iter per l’approvazione della nuova legge sugli agriturismi.
Tra gli obiettivi fondamentali della proposta di legge, da tempo attesa dagli operatori tutt’ora fermi alla normativa n. 38 del 1995, la garanzia di una corretta e qualificata valorizzazione delle aziende agrituristiche nonché la regolamentazione delle molteplici attività connesse all’agricoltura, quali ad esempio le attività di agricoltura sociale.
All’incontro, così come al tavolo di lavoro aperto in Regione hanno partecipato attivamente Coldiretti e Terranostra Piemonte, evidenziando come il ruolo delle aziende agrituristiche sia imprescindibilmente connaturato all’attività agricola.
“Ci siamo adoperati nel corso del tavolo di lavoro congiunto in Regione e ora auspichiamo – evidenziano Stefania Grandinetti, presidente di Terranostra Piemonte e Bruno Rivarossa, direttore di Coldiretti Piemonte – che nel regolamento attuativo, dove sarà data operatività a tale legge, le nuove disposizioni valorizzino lo stretto collegamento con l’attività agricola, prima di tutto attraverso l’utilizzo di prodotti aziendali, nel rispetto delle percentuali di prodotti regionali provenienti da aziende agricole singole o associate”.

“Il settore agrituristico ha tenuto nelle cifre – proseguono Stefania Grandinetti e Bruno Rivarossa – pur in un periodo di difficoltà economica a tutti noto: occorre pertanto rendere qualificata e di livello l’offerta, senza perdere le radici agricole della stessa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche