Leggi islamiche sul matrimonio

Matrimonio

Leggi islamiche sul matrimonio

Le leggi islamiche sul matrimonio rivestono grande importanza a causa del loro significato religioso. La maggior parte dei musulmani segue delle linee guida generali nonostante le varie sette abbiano usi e tradizioni specifici.

Storia
Nella tradizione islamica il matrimonio è considerato un dovere religioso. I capi islamici sostengono con forza il matrimonio e non incoraggiano il celibato.

Significato
Per i musulmani il matrimonio è un contratto e una istituzione divina. Tutto quello che un musulmano fa su questa terra ha un significato religioso.

Validità del matrimonio
Per la tradizione islamica il matrimonio è valido quando c’è una evidente proposta e accettazione, la coppia presenta due testimoni qualificati e il marito offre alla moglie un piccolo regalo o dote. Un uomo non può sposare una donna con cui ha legami di sangue.

La ceremonia
La cerimonia nuziale o nikah consiste in un sermone officiato da un giudice musulmano designato dallo stato. L’Islam non sostiene il sacerdozio quindi un musulmano affidabile può officiare la cerimonia.

Divorzio
Il divorzio ha una connotazione negativa ma non è illegale e viene accettato. La famiglia e gli amici devono incoraggiare la coppia a riconciliarsi come suggerito da Allah nel Corano: ” Se [i coniugi] vogliono riconciliarsi, Allah ristabilirà l’intesa tra loro.” (Il Santo Corano 4:35)

Vita matrimoniale
I primi studiosi del Corano dissero che uomini e donne devono essere considerati uguali. Sebbene esistano dei pregiudizi sulle relazioni tra marito e moglie il Corano comanda cortesia: “Comportatevi verso di loro convenientemente. Se provate avversione nei loro confronti, può darsi che abbiate avversione per qualcosa in cui Allah ha riposto un grande bene.” (Santo Corano, 4:19)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...