L’evasione del bollo auto ammonta ad un miliardo di euro

Economia

L’evasione del bollo auto ammonta ad un miliardo di euro

Una pattuglia della Finanza
Una pattuglia della Finanza

L’evasione nel nostro paese è un vero sport nazionale. Del resto quando un capo di governo, come successo in Italia, si pone a capopopolo contro le ispezioni della Guardia di Finanza ed elabora provvedimenti come gli scudi fiscali generosamente elargiti a coloro che hanno pensato bene di sottrarre risorse all’erario, si capisce come sia estremamente difficile far comprendere agli italiani che pagare le tasse è giusto. Purtroppo, per loro, è la realtà a far comprendere questo semplice assunto e oggi che l’opera di erosione dei furbetti del fisco ha fatto il suo corso, a chiamare il conto sono pagati tutti, magari anche coloro che pur non evadendo guardavano con ammirazione alle imprese degli evasori. Adesso si vengono a conoscere le prodezze in tal senso compiute da chi non paga il bollo: ogni anno, in Italia, l’evasione del bollo auto sottrae alle casse dello Stato un miliardo di euro. E’ la cifra stimata dalla Unrae, l’associazione dei costruttori esteri in uno studio realizzato sulla base dei dati Aci. Le elaborazioni sono riferite al 2010, anno nel quale le auto che avrebbero dovuto pagare la tassa possesso ammontavano a 34 milioni e 650 mila, tolte quelle esentate perchè d’interesse storico o perché utilizzate da disabili. Ebbene, nel periodo considerato, al fisco sono arrivati 5,6 miliardi di euro contro gli effettivi 6,6 che avrebbe dovuto riscuotere. Per contrastare un fenomeno sempre più ampio, sono in molti a proporre un ritorno alla vecchie regole in vigore fino al 1997 quando era obbligatorio mostrare il contrassegno di pagamento del bollo insieme alla RC Auto. La misura, fu abolita su pressione delle società di noleggio, coi risultati che oggi possiamo toccare con mano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

curriculum
Lavoro

Come creare un Curriculum vitae?

25 maggio 2017 di Notizie

Entrare nel mondo del lavoro comporta una serie di candidature tramite invio del Curriculum vitae. Proponiamo una breve guida con gli elementi importanti da inserire e consigli su come renderlo più appetibile fra le centinaia di candidature che chi offre un lavoro deve valutare.

Loading...