L’ex marito di Valeria Marini agli arresti domiciliari per il crac della Maxwork

Cronaca

L’ex marito di Valeria Marini agli arresti domiciliari per il crac della Maxwork

valeria marini

Giovanni Cottone, ex marito di Valeria Marini è finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sul crac della Maxwork.

Non c’è pace per Valeria Marini, la soubrette italiana che è attualmente impegnata nel reality di Canale 5, Grande Fratello Vip. E’ di poche ore fa la notizia dell’arresto dell’ex marito, Giovanni Cottone, finito nel mirino della Guardia di Finanza in una inchiesta coordinata dalla Procura sul crac di Maxwork.

In manette, oltre a Cottone, è finito anche l’ex amministratore della società Massimiliano Cavaliere. In tutto gli indagati per la vicenda sono 8, fra i quali anche l’ex questore Fortunato Finolli. Vari i capi di accusa per gli indagati, dalla truffa aggravata, alla bancarotta, al peculato e reati bancari e tributari. Dalle indagini è emerso che gli indagati avrebbero messo in atto un meccanismo ben congegnato e finalizzato a ‘spolpare’ le finanze della Maxwork con l’intento di frodare il fisco.

Il danno cagionato all’erario sarebbe di oltre 56 milioni di euro, come riporta il sito dell’Ansa, mentre i mancati versamenti all’Inps sarebbero di oltre 3,5 milioni di euro.

Il sistema è stato ideato mediante la produzione di documenti falsi attestanti pagamenti mai avvenuti. L’ex marito di Valeria Marini, tra l’altro, è stato in passato anche socio di Paolo Berlusconi, fratello del presidente di Mediaset ed ex capo di governo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche