Libertà per Juri

Esteri

Libertà per Juri

Kiev. Proteste davanti al tribunale di Pechersk, dove 150 persone manifestano, sventolando bandiere dell’opposizione, al grido di “Libertà per Juri”. Infatti, è attesa per oggi la sentenza del processo a Juri Lutsenko, ex ministro dell’Interno del governo Timoshenko, dal febbraio del 2005 al dicembre del 2006 e dal dicembre del 2007 al gennaio del 2010, accusato di abuso di potere, falsificazione di atti e appropriazione indebita. Lutsenko, in carcere dal 26 dicembre 2010 si è sempre detto innocente e si considera un “prigioniero politico”, nonostante le accuse a suo carico siano pesantissime: sottrazione di trentaduemila euro dalle casse dello stato; utilizzo indebito di denaro pubblico, per le celebrazioni del “Giorno della polizia”; e, forse l’accusa più grave, implicazione nell’avvelenamento dell’ex presidente, Viktor Iushenko. Il pm ha chiesto quattro anni e mezzo di reclusione.

Marìka Nesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche