Novità in libreria COMMENTA  

Novità in libreria COMMENTA  

 

Alla vigila dell’inaugurazione del 25° Salone Internazionale del Libro di Torino prevista tra meno di 4 giorni, mercoledì 9 maggio sono previste una serie di uscite in libreria.

Una su tutte “Spicchi di un’arancia” di Alain Elkann. Giornalista, scrittore, conduttore su La7 di un programma di approfondimento, nonchè Cavaliere dell’Ordine della Legione d’Onore (2009) pubblica con Bompiani un romanzo particolare.

Biografie avventurose, di fotografi semidilettanti a Parigi, che vengono contattati dal KGB; scrittori che non riescono a finire i propri sogni perché sempre svegliati
dai propri impegni incalzanti; un prete infido che approfitta delle confessioni dei suoi parrocchiani per poi poterli diffamare; donne disinibite che, di fronte
al primo vero amore non corrisposto, scelgono la vita religiosa.

E poi animali psicologicamente più complessi degli uomini: orsi bianchi e ippopotami che
muoiono “in coppia”, seguendo il partner appena questi li abbandona; animali che si lasciano spegnere; cani addestrati dalle SS alle più efferate violenze, che devono poi subire il ruolo di capri espiatori.

L'articolo prosegue subito dopo

Gli spicchi di una vita, cangiante e piena di sorprese, a volta sofferta ma mai troppo agra.

 

 

Di tutt’altro genere ma sicuramente è già un successo “1982. Il mio mitico mondiale. La mia storia, i ricordi degli italiani“. A firmare questo libro Federica Cappelletti e Paolo Rossi. Sì, avete capito bene, il mitico Pablito!!Chi non si ricorda del mondiale di calcio del 1982? Chi non ricorda il miracolo Paolo Rossi? A distanza di trent’anni da quel mitico 1982, Paolo Rossi ripercorre i giorni che hanno cambiato la sua vita, che lo hanno reso eterno. E i giorni che ci hanno tenuti inchiodati davanti al televisore. Aneddoti e ricordi si intrecciano a emozioni, paure, sensazioni. Fino alla finalissima Italia-Germania con cui l’Italia vince il campionato. Un campionato rimasto nel cuore degli italiani che, dopo il racconto di Paolo Rossi, fanno sentire la loro voce, i loro ricordi, le loro emozioni. Un libro che è insieme la testimonianza di un grande campione e i ricordi di quegli italiani che ancora hanno impresso nel loro cuore l’esultanza del presidente Pertini e l’urlo indimenticabile del telecronista Martellini: “Campioni del mondo! Campioni del mondo! Campioni del mondo!”


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*