Ligabue, 150 mila persone al mega-evento di Campovolo

Bologna

Ligabue, 150 mila persone al mega-evento di Campovolo

Sono stati ben 150 mila i fan che hanno preso parte allo show del rocker italiano Luciano Ligabue, che a Campovolo, a Reggio Emilia, hanno inondato di entusiasmo e passione, il mega evento con cui il ‘mitico’ Liga ha festeggiato i 25 anni di carriera. Si tratta dell’unico evento organizzato dall’artista di Correggio in Estate, e per questo ha voluto davvero fare le cose in grande, con migliaia di fan arrivati perfino dall’estero per festeggiare tutti insieme la ricorrenza di uno dei grandi della musica italiana.

Un mega-evento con incassi da record, anche per il prezzo del biglietto non indifferente (50 euro), e con un introito totale da capogiro (circa 7 milioni e mezzo di euro) “il più alto mai realizzato in Italia da un artista italiano con un solo concerto”, a detta di uno degli organizzatori, Ferdinando Salzano. Non va trascurato anche l’incasso derivante dal merchandising e dalla stessa ristorazione gestita dall’organizzazione.

Il manager di Ligabue, Claudio Maioli, ci ha tenuto a precisare il fatto che anche i costi per organizzare l’evento non sono stati affatto irrilevanti: “Vanno però ricordate anche le spese per allestire lo spazio, tra i 5 e i 6 milioni di euro”.

Un concerto che si è articolato in tre tempi, con il primo che ha visto al centro dello show l’esecuzione per intero di due dischi fondamentali per la carriera di Ligabue, l’album di debutto del 1990 Ligabue con il brano Piccola stella senza cielo, e Buon compleanno Elvis del 1995, quello del brano, forse più amato, Certe notti. Ligabue è affiancato dal gruppo che l’accompagnava all’inizio della sua carriera, i ClanDestino, mentre nel secondo c’è la Banda, che lo ha accompagnato nel 1995. Il terzo tempo è stato caratterizzato dal repertorio di Liga relativo al live Giro del mondo, eseguito con la band che lo accompagna attualmente.

E alla fine del concerto, gli organizzatori hanno consentito ai presenti di continuare ad intrattenersi a Campovolo, per trascorrere la propria notte bianca all’insegna del mito di intramontabile di ‘Liga’, il Re indiscusso del rock italiano.