L’importanza del lavaggio di frutta e vegetali COMMENTA  

L’importanza del lavaggio di frutta e vegetali COMMENTA  

 

Siamo sempre tentati dal mangiare un chicco d’uva senza sciacquarlo prima, ma lo sanno tutti: la frutta e i vegetali non sono mai puliti  quando li compriamo. Possono essere  ricoperti da terra e pesticidi e   il suolo e l’ acqua in cui  crescono possono contaminarli tramite batteri danosi.


Quest’ anno sono avvenute ben due contaminazioni di escherichia coli, una legata a porri e patate, l’altra ai semi di fieno greco i quali ha causato 48 morti in Germania. L’ Agenzia di Sicurezza Alimentare britannica (FSA) non è  riuscita a capire da dove sono partite le contaminazioni, e quindi nemmeno a stabilire da dove iniziare per sensibilizzare le zone più a rischio.


Secondo la Food and Drug Administration in America,  alimenti come fragole e funghi devono essere conservati in frigorifero a una temperatura da 0-5°C , e prima e dopo avere toccato frutta e vegetali bisogna sciacquare bene le mani con del sapone. E’ anche importante tenere la carne lontana da frutta e vegetali e pulire accuratamente gli utensili dopo averli utilizzati per evitare la contaminazione batterica.  Anche gli alimenti ai quali va tolta la buccia devono essere sciacquati, (tranne la banana).  I frutti che non sembrano avere sporcizia, come i frutti di bosco dovrebbero andar lavati. I vegetali che vanno cucinati sembrano essere meno a rischio di contaminazione rispetto all’insalata.


 

 

 

 

 

 

Leggi anche

Orzaiolo: quanto dura e come curarlo
Salute

Orzaiolo: quanto dura e come curarlo

Orzaiolo: infiammazione batterica della palpebra. Colpisce bimbi e adulti ed è contagioso. Prevenzione, la cura migliore. Igiene di occhio e mani Orzaiolo: a differenza del calazio, non è cronico e si manifesta sporadicamente, anche se in modo Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*