L’impossibile arte di essere donne

Libri

L’impossibile arte di essere donne

Spulciando All’indietro sui tacchi a spillo ci trovate frasi come ” il bello di invecchiare è che cominci a conoscerti (e capisci che l’arancione proprio non ti dona). Amore, cibo, lavoro, uomini, salute, politica, filosofie di vita, abiti e shopping, maternità e famiglia, soldi, dolore, età, bellezza, sesso. In questo libro pungente e razionale, Tania Kindersley e Sarah Vine – giornaliste e scrittrici – si guardano bene dal dispensare «istruzioni e pareri su come far felice il vostro uomo, rendere i capelli più lucidi o perdere peso» ma, anzi, partono da una semplice constatazione: come ha detto qualcuno, Ginger Rogers faceva tutto quello che faceva Fred Astaire. Solo, all’indietro e sui tacchi a spillo. E questo libro, ben diverso da un manuale di auto-aiuto o da una guida pratica che promette di cambiare la nostra vita in dieci semplici passi, è proprio rivolto a tutte quelle donne che, nonostante il succedersi delle epoche, dei proclami, delle pretese e delle rivendicazioni, si trovano comunque a constatare che il mondo non è poi così cambiato dai tempi di Ginger Rogers e che, forse, è arrivato il momento di fare ordine nel mare delle quotidiane contraddizioni femminili.
Così, con un tono deciso e ironico, le due giornaliste discutono di tutto, dal fare carriera alla dipendenza dal cioccolato, componendo un puzzle divertentissimo e acuto che somiglia a una chiacchierata con la propria migliore amica…

magari laureata a pieni voti in psicologia. Un libro profondo e saggio, sconsiderato e frivolo quanto basta, per riflettere con intelligenza e leggerezza sull’«impossibile arte di essere donne».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche