L’impresa dell’astronauta Luca Parmitano COMMENTA  

L’impresa dell’astronauta Luca Parmitano COMMENTA  

L’astronauta italiano ha descritto la sua paura quando l’acqua cominciò a riempire il suo casco durante una passeggiata nello spazio costringendolo al rientro nella Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

La sua passeggiata spaziale del 16 luglio con il compagno Christopher Cassidy è stata interrotta una volta che la Sala di Controllo della missione venne a sapere della fuga.


Vedendo a stento, tramite il cavo di sicurezza è riuscito a tornare alla camera stagna.

“Come mi muovevo indietro lungo il percorso verso la camera, l’acqua aumentava. La sentivo ricoprire la spugna sulle mie cuffie e mi chiedevo se stessi perdendo il contatto audio”, ha scritto.


” L’acqua ha quasi ricoperto interamente la parte anteriore della mia visiera, oscurando la mia visione, e ricoprendo il mio naso – una sensazione veramente terribile, peggiorata dai miei vani tentativi di spostare l’acqua scuotendo la testa.


Mentre lottava per sentire le voci di Cassidy e il controller della missione, Shane Kimbrough, improvvisamente si ricordò il suo cavo di sicurezza. “Il meccanismo di rinculo del cavo ha una forza di circa 1,3 kg che mi tirava verso sinistra.

L'articolo prosegue subito dopo

Non è molto, ma è la migliore idea che ho avuto e ho seguito il cavo sino alla camera stagna” .

Leggi anche

LED
Guide

Lampadine LED: perché comprarle

Tutti i vantaggi derivati dall'installazione di lampadine LED in luogo dell'illuminazione tradizionale. Il termine LED è nient'altro che l'acronimo di Light-Emitting Diodes, e rappresenta una specifica tecnologia di illuminazione, particolarmente innestata in quella scienza relativamente Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*