Lindsay Lohan: parla del fidanzato e delle botte ricevute COMMENTA  

Lindsay Lohan: parla del fidanzato e delle botte ricevute COMMENTA  

L’attrice Lindsay Lohan è stata vittima di violenze da parte del suo attuale fidanzato, la ragazza racconta la sua esperienza ai giornali

Lindsay Lohan è una di quelle stelline Disney che crescendo ha totalmente stravolto l’immagine che l’azienda aveva dato di lei quando era la protagonista di film per bambini. Classe 87, la Lohan ha passato l’adolescenza a ribellarsi all’immagine di brava ragazza facendo sempre parlare di sé i magazine per i suoi eccessi. Crescendo però i lasciti di una vita di abusi hanno lasciato il segno e anche superati i vent’anni la ragazza ha avuto spesso problemi con alcol e droga, per non parlare dei numerosi arresti  per guida in stato d’ebrezza.


Dopo un periodo apperentemente calmo però la Lohan è di nuovo vittima dei Tabloid non per il suo talento ma per il gossp, questa volta per aver subito una terribile violenza. E’ proprio il suo fidanzato, il russo milionario Egor Tarabasov, ad averla aggredita sulle spiagge di Mykonos nel corso della loro vacanza. I paparazzi hanno immortalato la scena con alcune fotografie così Lindsay si è sentita in dovere di rilasciare un’intervista ed ha avuto il coraggio di parlare di questa terrificante sotria: “Il problema è che non è la prima volta che accade, solo che in questo caso qualcuno ci ha visti. Mi rendo conto che non si può restare con qualcuno solo per amore. A Mykonos, Egor aveva bevuto troppo ed è impazzito.” L’attrice continua raccontando che questo episodio non è stato isolato: “Una sera eravamo stati fuori a cena. Avevamo ballato e ci eravamo divertiti. Quando siamo rientrati a casa, io sono andata a dormire mentre Egor è uscito. Poche ore dopo è tornato e, quando mi sono svegliata, lui era in piedi sopra di me. Non era in sé e mi ha aggredito”.


Grazie a queste fotografie però il mondo è venuto a conoscenza della situazione della Lohan, permettendole di uscire dall’oblio: “Ho voluto rilasciare questa intervista perché è ora che le persone sappiano.

Sono state scritte troppe bugie sul mio conto di recente. Ho taciuto per troppo tempo, ma adesso temo per me e per quello che Egor potrebbe fare a se stesso.

L'articolo prosegue subito dopo

A Londra non fu io a chiamare gli agenti. Ho già avuto a che fare troppo spesso con la polizia di Los Angeles. Dopo l’ultima lite ho lasciato la nostra casa, ho bisogno di tempo per stare da sola e pensare. Non ho chiuso la nostra storia, indosso ancora il suo anello di fidanzamento perché non riesco a lasciarlo, nemmeno dopo tutto quello che è accaduto. La verità è che vorrei far funzionare le cose tra noi, ma non so se è ancora possibile. Sono sinceramente innamorata di lui ma non mi fido, non mi sento al sicuro. Nemmeno io sono un angelo, ma con lui ho cercato di comportarmi bene. Gli avevo suggerito di vedere un terapista di coppia, ma adesso so che devo pensare a me stessa e alla mia carriera”

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*