L’integrazione a Genova: rissa nel centro storico tra extracomunitari e 5200 no contro la moschea

Genova

L’integrazione a Genova: rissa nel centro storico tra extracomunitari e 5200 no contro la moschea

Genova, città di mare aperta sul mondo che improvvisamente si trova sempre più avvolta nelle sue paure.
Ieri notte, poco prima dell’una, nel centro storico è scoppiata una violenta rissa tra extracomunitari e un carabiniere ha esploso due colpi in aria per sedare lo scontro. Motivo dell’incidente sarebbe stata una rapina, precedentemente denunciata alla caserma dei carabinieri della Maddalena, subita da sei nordafricani.
I rapinati si sarebbero dunque messi alla ricerca dei rapinatori e una volta rintracciati è scoppiata la violenza con calci, pugni e bottigliate.
Solo il deciso intervento dei carabinieri ha evitato il peggio.

Episodi come questo influenzano sicuramente l’opinione pubblica, chiamata
recentemente a esprimersi dalla Lega Nord in un referendum sul progetto della moschea in via Bartolomeo Bianco.
Votazione riservata ai solo residenti della zona e su 29 000 mila votanti si è presentato alle urne autogestite il 18%:
5287 voti di cui 5228 no e solo 49 sì.
Così si è è espressa, parzialmente, la volontà popolare attiva.

foto tratta da www.ladestra-liguria.org

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*