L’Inter batte il Cesena in rimonta (2-1)

Inter

L’Inter batte il Cesena in rimonta (2-1)

Zarate, autore della rete decisiva
Zarate, autore della rete decisiva

Vincendo con molta sofferenza una partita che sembrava facile, almeno sulla carta, l’Inter di Stramaccioni aggancia temporaneamente il terzo posto, in attesa dello scontro di Udine tra zebrette friulane e Lazio. se si pensa a dove era l’Inter, prima dell’avvento del tecnico romano, ci si può accontentare, per il momento, anche se ci sarà qualcosa da registrare in vista del rush finale.
In avvio di gara, Stramaccioni ha naturalmente confermato il modulo che aveva portato la vittoria con l’Udinese, con due rifinitori (Snejider e Alvarez) dietro la punta centrale, con Pazzini al posto di Milito. Una buona partenza, sembrava preparare una giornata di assoluta tranquillità, ma col passare dei minuti, nonostante qualche buona azione in velocità, la rete non è arrivata e l’Inter ha cominciato a sbilanciarsi in avanti. Un primo segnale di allarme è arrivato quando Iaquinta ha colpito la traversa. Era il preludio alla rete cesenate, arrivata su un tiro di Ceccarelli deviato da Nagatomo.

Stavolta, però, Zanetti e compagni hanno reagito subito, sfruttando una sfortunata deviazione di Von Bergen su un tiro di Obi che non sembrava poter sortire effetti devastanti. A questo punto, Stramaccioni ci ha messo del suo, confermando una dote non comune, quella di saper leggere le partite: al posto di Alvarez, molto stanco, è entrato Zarate, e proprio l’argentino, al 27′ ha siglato la rete del sorpasso al termine di una lunga azione che ha visto la porta del Cesena più volte in pericolo prima della definitiva capitolazione. Che consegna all’Inter la possibilità di giocarsi tutto nelle ultime tre gare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche