L’Iran ha davvero prodotto la macchina del tempo? Verità o menzogna? COMMENTA  

L’Iran ha davvero prodotto la macchina del tempo? Verità o menzogna? COMMENTA  

La Repubblica Islamica dell’Iran ha creato una serie impressionante di armi offensive durante la fine dello scorso millennio. Inclusi nell’ inventario di queste avanzate tecnologie belliche troviamo: i droni militari, RCBM, un sottomarino, e missili da crociera rudimentali. Aiutati e spalleggiati dal loro alleato, la Corea del Nord, i mullah di Teheran hanno fatto passi da gigante con la tecnologia missilistica più avanzata.

Leggi anche: Come realizzare una batteria per orologi


Esperti nucleari della Federazione russa hanno assistito alla creazione di numerosi impianti nucleari che, sotto affermazioni dell’Iran, saranno utilizzate solo per produzione di energia. Eppure le agenzie di intelligence occidentali sono più certe riguardo alle ambizioni nucleari dell’Iran che includono la raffinazione del plutonio per le armi atomiche.

Leggi anche: La ragione per cui gli scienziati hanno dato ai ratti un “sesto senso”


Tutti i successi passati del paese servono da propaganda. Ma, come se la loro crescente abilità tecnica non fosse già abbastanza, ultimamente la propaganda iraniana è scivolata nel teatro dell’assurdo con bizzarre affermazioni che sembrano strappate dalle pagine del Weekly World News.

Si parla infatti di dischi volanti e macchine del tempo.

L’Iran ha iniziato a cedere, scivolando in un territorio comico con la pretesa di aver costruito un disco volante avanzato. Hanno chiamato il loro mestiere da intendere come “ultraterreno” la “Zohal”- che signfica Saturno in inglese. Perché hanno scelto di chiamare questo progetto Saturno nessuno lo ha mai scoperto.


Le ultime notizie affermano che il velivolo è stato esposto ad un emozionato e stupito ayatollah Ali Khamenei, leader supremo dell’Iran, in una mostra stato di “tecnologie strategiche”.

L’annuncio del governo ha continuato ad affermare che il Zohal era in realtà una nave spaziale senza equipaggio e destinato ad essere distribuito per la sorveglianza dei cieli. Essi hanno inoltre sostenuto che, lo scopo principale era di arrivare ad avere un’ “immagine aerea,” del territorio e potrebbe anche essere adottata per “varie missioni.”

La ciliegina sulla torta è arrivata quando l’agenzia di stampa iraniana ha pubblicato una foto ufficiale del Zohal. La foto era un falso evidente.

Poi, proprio la settimana scorsa, mezzi di informazione iraniani hanno stupito il mondo ancora una volta con una notizia a dir poco straordinaria: un uomo di 27 anni avrebbe messo insieme un dispositivo in grado di vedere nel futuro. Identificato l’inventore come l’ “amministratore delegato del Centro iraniano per le Invenzioni strategiche,” Ali Razeqi coraggiosamente ha affermato che, anche se la sua macchina non può portarci nel futuro, il futuro sarebbe stato portato a noi. Secondo il Daily Telegraph, Razeqi ha dichiarato che la sua macchina del tempo si adatta facilmente alle dimensioni di un PC ed è in grado di prevedere i dettagli dei prossimi 5-8 anni dei suoi utenti.

La macchina, presumibilmente, impiega una complessa serie di algoritmi arcani per arrivare a predizioni centrate a pennello sull’utente. I pronostici sono stampabili per una facile lettura.

L'articolo prosegue subito dopo


Incuriosito riguardo all’accaduto, il National Geographic ha intervistato un fisico teorico, autore del “Time Travel and Warp Drives” Thomas Roman, per affrontare la veridicità della straordinaria rivendicazione.

Gli è così stato chiesto: “Che cosa pensa dell’affermazione di Razeqi che sostiene di avere costruito una macchina del tempo in grado di predire il futuro di una persona?”

Roman ha riassunto succintamente l’evento in poche parole: “E ‘completamente fuori di testa.”

A quanto pare l’agenzia di stampa iraniana è tardivamente arrivata alla stessa conclusione. Secondo la CBC News l’agenzia ha cancellato e nega tutt’ora ufficialmente la storia della macchina del tempo.

Leggi anche

Come fare pudding con avena: ricetta
Guide

Come fare pudding con avena: ricetta

In Inghilterra è ormai un must il pudding ma se avessimo voglia di fare il pudding con l'avena per colazione? Ecco alcune idee La colazione più gettonata in Inghilterra è sempre stato il pudding, compagna anche di vari dessert invernali e molto squisiti. Dolce tradizionale anche nel periodo natalizio. Molte sono le ricette che si possono trovare per fare vari pudding, a seconda dell'occasione anche. Ma vediamo come preparare il pudding con l'avena per la prima colazione. La preparazione del pudding richiede abbastanza tempo ed essendo già difficile svegliarsi di prima mattina solo per preparare la colazione, passa la voglia Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*